FRANA, LA SITUAZIONE A MONTE E A 500 METRI ECCO LE FOTO SCATTATE IN GIRO


Un altro giretto nella frana. Mentre al piede la situazione è stabile e, almeno fino alla fine di luglio, i militari continuano le opere di contenimento con la sistemazione dei terrazzamenti, siamo andati a vedere cosa succede a monte e a metà dell’enorme massa di terra e ne abbiamo approfittato per scattare qualche foto per voi… (CONTINUA ALL’INTERNO CON FOTO)

GUARDA LE FOTO A MONTE E A QUOTA CINQUECENTO

La situazione appare tranquilla. In cima, a monte, nei pressi del lago maggiore, l’acqua c’è ancora, ma in superficie è davvero poca cosa. C’è ancora qualche ranocchia che, di tanto in tanto, saltella qua e là. L’idropompa, ancora in funzione, è lì proprio per questo. Sono state inoltre aggiunte alcune tubazioni nere. Quello che si nota è comunque lo scroscio sotterraneo. La parete rocciosa, comunque, rispetto a prima è ancora più erosa e continuerà ancora a scender giù, almeno fin quando non troverà l’angolo di stabilizzazione. E quello che fa veramente paura, adesso che la terra si è seccata, sono le crepe nella roccia. Nei momenti peggiori, vale a dire ottobre e novembre scorsi, i movimenti sono stati talmente forti da lasciare segni evidenti anche oggi. Attualmente, il movimento è minimo, ma di acqua ce n’è ancora un bel po’. E infatti lo si nota nei pressi dei due pozzi: qui le pompe funzionano a meraviglia. Siamo arrivati poi al gomito, di cui vedete la foto qui sotto. La terra è compatta e asciutta, e vi sono tutte le condizioni più favorevoli per lavorarci. Dunque, la questione della messa in sicurezza può essere realizzata senza problemi.
Michele Pilla

Il "gomito" della frana

Crepe nella roccia

2010-07-18 19:25:00

0

Commenti

comments

Lascia un commento