FRANA, LA SITUAZIONE E’ ANCORA TRANQUILLA L’ESERCITO E’ SEMPRE AL LAVORO


“Quiete dopo la tempesta” o “calma apparente”? Non è un sondaggio per testare le preferenze dei nostri lettori, anche perché sarebbe impossibile, trattandosi di una famosa poesia e di una bellissima canzone. L’interrogativo che ci poniamo ha, almeno per quel che ci riguarda, una più estesa valenza. Quello che ci chiediamo infatti è se il letargo del fenomeno dall’ultima emergenza della nostra signora frana, che ha visto in campo Protezione Civile, Esercito e Governo sia dovuto solo al grande lavoro e alla simbiosi di queste forze tanto da poter finalmente parlare di quiete dopo la tempesta, oppure se un ruolo decisivo hanno avuto anche le condizioni meteorologiche favorevoli alle operazioni con un conseguente breve periodo di calma apparente… (CONTINUA ALL’INTERNO CON FOTO)

Chi percorre la bretella tutti i giorni si è certamente reso conto di due aspetti che hanno destato curiosità e perplessità. Innanzitutto l’esercito, che doveva ritirarsi il 31 ottobre, continua a lavorare ai piedi della frana con i proprio uomini ed i propri mezzi. Ed in più ieri non è passata inosservata una intensificazione del lavoro, tanto da dover far trafficare i mezzi a senso alterno, dividono le carreggiate con dei coni appositi. I più attenti e conoscitori della frana hanno poi notato l’assenza dei gradoni nella parte ovest della stessa, la parte verso Savignano per intenderci. Abbiamo aguzzato le orecchie e qualcuno ci ha sussurrato che la frana si muove. Ovviamente. L’importante è che il tamponamento sia tempestivo. Noi di Montaguto.com cercheremo di farvi sapere qualcosa di più nelle prossime ore. La "signora frana" scende, ma di una cosa siamo certi: per adesso non ci sono assolutamente pericoli.Sono anni che ci fa compagnia e sicuramente con l’inverno alle porte della frana di Montaguto si continuerà a parlare.

Monica De Mita

2010-11-07 21:23:28

1

Commenti

comments

Lascia un commento