FRANA LA STRADA, CHIUDE LA 90 BIS. RISCHIO ISOLAMENTO PER MONTECALVO E CASALBORE


Ancora frane a Montecalvo. Due comuni in ginocchio isolati causa frane nella valle del Miscano e Fortore. Montecalvo e Casalbore, stessi problemi, stessi disagi, stesso eterno calvario. Una strada, la provinciale 414, è già stata chiusa qualche giorno fa.
 Un’altra la SS 90 bis, dal km 32+500 al km 32+700 è stata interdetta al traffico dal pomeriggio di ieri. Entrambe per colpa di movimenti franosi ben noti da fin troppo tempo.
I problemi maggiori si erano rilevati proprio lungo quest’ultimo tratto di vitale importanza della 90 bis che collega i comuni del beneventano all’Irpinia. Siamo in prossimità del bivio che porta alla località Malvizza e a Castelfranco in Miscano da un lato e dall’altro ad Ariano Irpino, Montecalvo e Savignano. Il ponte in questione è quello di masseria San Pietro, meglio noto come Santo Spirito. Sta crollando da tempo e non da ieri. Negli ultimi giorni, nuove crepe si sono aperte sull’asfalto. Si è circolato a senso unico alternato a fatica lungo quei 200 metri dissestati e maledetti chiudendo un occhio sul passaggio dei mezzi pesanti. Vi è un divieto che indica 40 tonnellate, ma l’economia del territorio non poteva fermarsi e si è sfidata anche la morte. Per i tir dei rifiuti diretti e di ritorno da Pustarza, non c’è mai stato nessun divieto, hanno la priorità su tutto e tutti. Guai a chi li tocca. A Montaguto, lungo la bretella sul piede di frana si preferiva far passare loro e non gli automobilisti. E ora, per studenti, pendolari, operai e impiegati diretti nel Sannio o viceversa nell’Arianese, inizia il vero calvario. La chiusura di una strada del genere significa, per chi vive a Casalbore, macinare chilometri per oltre un’ora rispetto al normale tragitto o addirittura come alternativa percorrere l’autostrada.
Se non si interverrà al più presto, anche qui il rischio che possa riaffacciarsi un nuovo "caso Montaguto" è solo dietro l’angolo, come aveva detto qualche giorno fa il sindaco di Casalbore, Raffaele Fabiano. Nei giorni scorsi si era visto costretto a indirizzare una nuova comunicazione a tutte le istituzioni competenti per chiedere un intervento con la massima urgenza.
"Dovranno farci sapere – dice ora il primo cittadino – quali sono le alternative e i tempi di risoluzione di questa emergenza che definisco una vera e propria sciagura per il nostro territorio. Sto convocando tutti i sindaci per un incontro operativo per avere risposte immediate dal dipartimento dell’Anas".
E proprio dall’Anas ieri pomeriggio un primo comunicato annunciava la chiusura della strada. Ma solo in serata si sono visti tecnici e operai sul posto per il transennamento. Ponte Santo Spirito è storia che viene da lontano. I lavori effettuati in passato hanno finito per peggiorare la situazione. Il livello della strada nelle ultime ore si è ulteriormente abbassato. Nei mesi scorsi l’auto di un giovane arianese è finita in fondo a quel vallone del ponte. L’autista si è salvato per miracolo.
Questa la comunicazione dell’Anas: "La Ss 90 è stata chiusa provvisoriamente al traffico al km 32,600 in prossimità del ponte Santo Spirito nel comune di Montecalvo Irpino in provincia di Avellino. Le intense precipitazioni piovose delle ultime ore hanno provocato diversi fenomeni franosi nella zona e conseguenti dissesti al piano viabile. A rischio anche la stabilità del ponte di Santo Spirito. Il tratto della statale, sul quale sono già in corso progettazioni per interventi di ripristino  dei dissesti conseguenti a fenomeni franosi in evoluzione, sarà riaperto il prima possibile, al termine dei sopralluoghi e delle verifiche da parte dei tecnici Anas e in seguito all’accertamento delle condizioni di sicurezza. Sul posto è attivo un presidio Anas, sia per monitorare la sede stradale, sia per gestire la viabilità nella zona. Il traffico in direzione Benevento oppure Foggia viene deviato, per i soli veicoli leggeri, sulla viabilità provinciale della ex SS 414. I mezzi pesanti percorrono, invece, l’autostrada A16 da Benevento a Grottaminarda e successivamente la strada statale 90 delle Puglie.
Il sindaco Fabiano ha appreso da Roma la notizia e ha subito incaricato i vigili urbani di recarsi sul posto per verificare la situazione. Immediato l’intervento dei carabinieri di Montecalvo, che in tutti questi mesi critici hanno più volte scongiurato il peggio con la loro presenza assidua.
Gianni Vigoroso
Ottopagine

2011-03-05 16:27:29

1

Commenti

comments

Lascia un commento