FRANA, UN PICCOLO GIALLO. E DOMANI GARA D’APPALTO PER IL LAGHETTO DELLE RANE


Un piccolo giallo. "La frana di Montaguto negli ultimi giorni ha ripreso a muoversi, con velocità contenuta ma superiore a quella media misurata nei mesi scorsi". L’Ansa riporta questa che sembra essere la comunicazione che Fabiano Amati, assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile della Regione Puglia, ha girato al Capo Dipartimento di Protezione Civile Guido Bertolaso. Alcuni tecnici dell’Autorità di Bacino della Puglia hanno effettuato alcuni sopralluoghi e si sono detti preoccupati di questa situazione. Amati, dunque, chiede conferme. Eppure, contattando telefonicamente l’ingegner Angelo Pepe, ci è stato invece riferito che la situazione attualmente è sotto controllo… "Non so nulla di tutto questo, sono stato poco fa da Bertolaso e non mi è stato riferito niente", ha affermato l’ingegner Pepe… (SEGUONO AGGIORNAMENTI – CONTINUA ALL’INTERNO CON FOTO)

"E poi, come fa Amati ad avere quei dati? Secondo i nostri tecnici, la situazione è stazionaria. Abbiamo fatto noi alcuni movimenti di terreno, ma allo stato attuale non me ne risultano altri. A meno che in quattro o cinque ore la situazione non sia degenerata, non credo ci debba essere allarmismo".
Nei giorni scorsi, chi ha percorso la bretella si è reso conto di due aspetti che hanno destato curiosità e perplessità. Innanzitutto l’esercito, che doveva ritirarsi il 31 ottobre, continua a lavorare ai piedi della frana con i proprio uomini ed i propri mezzi. "Già, ma per una questione di sicurezza. Gli uomini dell’11esimo Reggimento Genio Guastatori continuano l’opera di presidio". In più non è passata inosservata una intensificazione del lavoro, tanto da dover far trafficare i mezzi a senso alterno, dividono le carreggiate con dei coni appositi. I più attenti e conoscitori della frana hanno poi notato l’assenza dei gradoni nella parte ovest della stessa, la parte verso Savignano per intenderci.
Intanto, domani sarà un’altra giornata importante: all’auditorium del comune di Savignano, alle ore 11, si terrà la procedura pubblica di aggiudicazione di gare. Si tratta dell’appalto delle oltre opere al laghetto delle rane: si tratta dell’ultima fase del progetto illustrato lo scorso 20 settembre (LEGGI QUI). Appuntamento all’auditorium di Savignano Irpino alle ore 11.

Michele Pilla
(Ha collaborato
Monica De Mita)

ECCO LA NOTIZIA RIPORTATA DALL’ANSA

La frana di Montaguto (Avellino) "negli ultimi giorni ha ripreso a muoversi, con velocità contenuta ma superiore a quella media misurata nei mesi scorsi": lo comunica in una lettera inviata al Capo Dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, l’assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile della Regione Puglia e presidente dell’Autorità regionale di Bacino (AdB), Fabiano Amati. A causa della frana a Montaguto, la linea ferroviaria tra Puglia e Campania è rimasta interrotta per circa tre mesi nella primavera scorsa. La statale 90 e’ stata bloccata ancora più a lungo.
Amati si dice "preoccupato per le informazioni ottenute a seguito di un sopralluogo eseguito dai tecnici dell’Autorita’ di Bacino Puglia a Montaguto, secondo cui la frana avrebbe ripreso a muoversi". Amati chiede conferma circa la veridicità delle informazioni avute e, quindi, di conoscere gli eventuali provvedimenti che il Dipartimento nazionale ha adottato o intende eventualmente adottare per far fronte al fenomeno. I nuovi dati sul movimento franoso sono stati acquisiti da parte dell’Autorità di Bacino Puglia e da Amati nell’ambito dalle attività istituzionali normalmente svolte dall’Autorità di Bacino della Puglia, con l’osservazione diretta dei luoghi riconosciuti di maggiore pericolosità. "Nel caso della frana di Montaguto – ha scritto Amati nella lettera inviata a Bertolaso – è stato eseguito un sopralluogo teso a valutare il suo comportamento geomeccanico in rapporto alle infrastrutture ferroviarie e stradali lì presenti, a seguito del quale si è potuto constatare che, dopo le ripetute piogge verificatesi, è in atto una variazione planoaltimetrica del fronte della frana prossima alla strada statale delle Puglie, valutabile alla scala settimanale, in qualche modo preoccupante, in considerazione del fatto che siamo appena all’inizio della stagione invernale". (ANSA)

2010-11-08 20:16:03

2

Commenti

comments

Lascia un commento