FURTI, PETIZIONE POPOLARE PER LA SICUREZZA


Montaguto, voglia di sicurezza. I cittadini hanno preparato una petizione popolare, a cura di Marina De Michele, raccogliendo firme su firme. Il terrore è aumentato dopo le ultime due rapine – il 6 ottobre ai danni della vecchina di 90 anni (LEGGI) e il 22 all’imprenditore (LEGGI). Da qui, la raccolta di firme in questa comunicazione da inviare al sindaco di Montaguto, Giuseppe Andreano, e al prefetto di Avellino, dott. Ennio Blasco… (CONTINUA ALL’INTERNO)

Di fronte al significativo aumento dei furti commessi nelle abitazioni – si legge nella comunicazione – considerando che la nostra comunità è sempre stata considerata un’oasi felice, si appellano alle istituzioni, perché mettano in atto azioni di sicurezza, previste dalla normativa vigente (decreto 23/05/2008 n. 92 convertito con mod. alla legge 24/07/2008 n. 125, Decr. Min. Int. 05/08/2008 e l’accordo che concerne la sicurezza nei piccoli comuni, stipulato il 13/09/2008 tra Min. Interno e Anci) al fine di far cessare tutti questi fatti criminosi e riportando nella normalità la nostra vita quotidiana.
La sicurezza è un diritto primario dei cittadini e dev’essere garantita e assicurata dalle autorità preposte. Chiediamo, oltre alle nostre iniziative che si vorranno intraprendere – si specifica -, anche un incremento e una miglior fruizione di polizia municipale che potrà aumentare il livello di sicurezza, in concorso con le forze di polizia dello stato alla luce della legge regionale della Campania n. 12 del 13/06/2003, che stabilisce un numero minimo obbligatorio di addetti alla polizia locale di cinque unità da raggiungere anche attraverso le opportune forme associative rese obbligatorie per i comuni inferiori a 5mila abitanti". Alla luce delle rapine commesse ad Ariano Irpino e Montecalvo, gli inquirenti stanno tentando di dare un volto a quella che sempre più si crede possa essere una banda organizzata. Montaguto, comunque, prova ad alzare la voce.

Michele Pilla

2010-11-10 19:03:25

4

Commenti

comments

Lascia un commento