Galleria Enogastronomica Orsarese, ecco i pacchetti turistici

Orsara di Puglia l’ultimo week end di giugno apre l’Estate dei Monti Dauni, facendo bella mostra di sé come vetrina di eccellenza delle migliori produzioni vinicole locali e più in generale della Capitanata.

La prima Festa del Vino, a Orsara, fu organizzata nel 1987. L’appuntamento allora si caratterizzava come un evento sostanzialmente locale, basato sulla valorizzazione delle tipicità gastronomiche e vinicole Orsaresi. Già allora, tuttavia, la Festa rivelava l’ambizione e l’esigenza di di promuovere la vocazione alla qualità alimentare e all’accoglienza di questo territorio.

La Festa del Vino è stata una delle prime e più rilevanti occasioni per far conoscere il buon vino di Capitanata e la buona cucina di Orsara ai visitatori del bel paese.

A differenza di quanto accadeva alla fine degli anni ’80, col nuovo secolo l’evento ha acquisito una dimensione molto più ampia, attirando sempre più visitatori, e i vini orsaresi, oggi, sono certificati, col marchio Daunia Igt.

La Galleria Enogastronomica si è trasformata in piattaforma ideale per promuovere le eccellenze espresse da tutta la Puglia: nelle ultime edizioni oltre alle produzioni tutte orsaresi del Tuccanese (vitigno autoctono) e di Ursaria e Aliuva, erano presenti la maggior parte delle cantine daune, alcune pluripremiate per la qualità dei loro prodotti.

L’offerta delle tipicità gastronomiche orsaresi, inoltre, si è ampliata, professionalizzata ed è andata qualificandosi come una delle migliore in provincia di Foggia. Un riconoscimento arrivato non solo dall’assegnazione del marchio “Cittaslow”, ma anche dall’apprezzamento dei visitatori che sono arrivati sempre più numerosi e dalla valutazione di esperti che hanno inserito i ristoranti orsaresi nelle guide enogastronomiche nazionali.

Quest’anno l’evento inizia di venerdì con visite guidate al Borgo medievale e ai suoi monumenti principali, proseguendo con attività outdoor a contatto con la rigogliosa natura dei Monti Dauni.

La Galleria Enogastronomica, percorso di degustazioni di vini e pietanze, aprirà intorno alle ore 20,00. I ticket possono essere acquistati, presso l’info-point aperto dalle 19.00 e ubicato in Piazza San Pietro. Il percorso sarà organizzato per piazze tematiche e coinvolgerà i molti operatori della ristorazione locali. Il cammino del gusto, tra piatti e calici, lungo strade e piazze di Orsara di Puglia sarà allietato da spettacoli itineranti.

frecciav QUESTO IL PROGRAMMA

pallinoverde Sabato

10.30 – 13.00: Lezioni di tiro con l’arco nel cortile del Palazzo Baronale

11.00 – 12.30: Visite guidate al Complesso Abbaziale dell’Angelo*

13.30: Pranzo presso struttura convenzionata

15.00 – 17.00: Laboratorio sulla panificazione presso antico Forno a paglia

17.00 – 18.30 : Visite guidate al Complesso Abbaziale dell’Angelo*

18.00 – 19.30: Workshop sul vino presso Cortile del Palazzo Baronale

20.00: Apertura della Galleria Enogastronomica – Spettacoli musicali

pallinoverde Domenica 

10.30 – 13.00: Escursione naturalistica, partenza da Largo San Michele

11.00 – 12.30: Visita guidata al Complesso Abbaziale dell’Angelo*

13.30: Pranzo presso struttura convenzionata

15.00 – 17.00: Laboratorio di gastronomia e pasticceria presso Edificio Scolastico

17.00 – 18.30 : Visite guidate al Complesso Abbaziale dell’Angelo*

18.00 – 20.00: Concorso dei Vini Orsaresi

frecciav ANNOTAZIONI

N.b. – Il pernotto è in Bed & Breakfast e Affittacamere siti in paese e nelle immediate prossimità dello stesso; tranne l’attività di tiro con l’arco, tutte le altre possono essere svolte anche dai bambini.

* sarà possibile effettuare solo una volta la visita guidata, a scelta negli orari indicati, la visita dura 30 minuti, quindi ogni ciclo consentirà 3 turni di mattina 11.00, 11.30 e 12.00; di pomeriggio 17.00, 17.30 e 18.00)

TOTALE COSTO PACCHETTO PER ADULTI 80 €

TOTALE COSTO PACCHETTO PER BIMBI 55 € (senza ticket per percorso enogastronomico)

frecciav ORSARA DI PUGLIA

Orsara di Puglia sempre più conosciuta a livello nazionale ed internazionale per la sua enogastronomia, l’Orsara Jazz e per la festa del 1° novembre, antica tradizione legata alla festività dei morti. Qui gni simbolo utilizzato per il rituale, ha un suo significato. Il fuoco: purificazione; le zucche: la via delle anime dei morti sospesi in purgatorio, che secondo la credenza popolare tornano sulla terra nella notte tra l’1 e il 2 novembrei…le anime si fermano attorno ai fuochi accesi ad ogni angolo del borgo, per riscaldarsi e…come non rimanere affascinanti da quel misterioso scoppiettio delle ginestre arse e dal fuoco che rende tutto l’ambiante alquanto surreale.

PER TUTTE LE INFO pallinoverde CLICCA QUI E VAI AL SITO UFFICIALE

Commenti

comments

Lascia un Commento