Gargano, anche l’11esimo Reggimento di Foggia impegnato per riportare la situazione alla normalità


Prosegue il lavoro dei soccorritori nei centri del Gargano colpiti dall’eccezionale ondata di maltempo dei giorni scorsi. Dalle prime ore del giorno cinque squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia sono all’opera con idrovore tra Peschici e Rodi Garganico.

In particolare i vigili del fuoco a Peschici stanno operando nei centri turistici e nei campeggi completamente distrutti dalle piene dei canali che, in alcuni tratti della costa, hanno cancellato gli arenili e la spiaggia. Impegnato in zona è anche un plotone dell’11esimo reggimento genio guastatori di Foggia: una ventina di militari che, con sei mezzi, stanno operando per liberare le strade provinciali di Rodi Garganico e Peschici così come al lavoro da ore sono 29 mezzi dell’Anas per mettere in sicurezza i tratti colpiti, rimuovere fango e detriti dal piano viario e garantire il transito nelle zone isolate e ristabilire al più presto la normale viabilità.

Intanto, purtroppo è stato recuperato in mare, intorno alle 10 del mattino, il cadavere del pensionato 70enne Vincenzo Blenx trascinato in acqua sabato mattina dall’alluvione che ha colpito Peschici. Il ritrovamento è stato fatto dai marinai della Capitaneria di porto di Vieste. Il corpo di Blenx – spiegano dalla Prefettura di Foggia – è stato trovato a circa 300 metri al largo del costone di Peschici, ad un chilometro e mezzo dal luogo della scomparsa.

È la seconda vittima della furia della natura, dopo l’allevatore 24enne Antonio Facenna di Carpino. La redazione di Montaguto.com si stringe intorno ai familiari delle due vittime per questa immane tragedia.

(foto tratta da repubblica.it)

Commenti

comments

Lascia un commento