Grande successo sabato per il Premio Sublimitas. Il presidente Fibes Colarusso: «Ariano ribalta delle eccellenze meridionali»

E’ il premio per eccellenza e il premio delle eccellenze. Il ‘Sublimitas‘, alto riconoscimento internazionale alla carriera, istituito diciotto anni fa dal presidente della FibesPeppino Colarusso, è diventato soprattutto un ambito traguardo per professionisti e autorevoli rappresentanti delle istituzioni e del mondo della cultura, dell’arte, dell’imprenditoria e dello spettacolo. La kermesse di consegna è un’importante vetrina. E Ariano è stata eletta a capitale di un premio imitato e assai apprezzato: all’evento ha preso parte anche il sindaco Domenico Gambacorta.

Spettacolare la cerimonia di conferimento del premio che si è tenuta come da tradizione al Park Hotel L’Incontro. Conduttori dell’evento i giornalisti de Il Mattino, Barbara Ciarcia e Nello Fontanella. Di altissimo profilo umano e professionale il livello degli ospiti e dei premiati. Fedele all’appuntamento il presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il giornalista della TgR Gianni Porcelli e il nuovo capo redattore de Il Mattino, edizione di Avellino, Lorenzo Calò.

In pole il prefetto di Avellino, Maria Tirone, e il questore di Napoli, Antonio De Iesu, di solide origini irpine. Emozionato e soddisfatto il presidente nazionale della Fibes, Peppino Colarusso, per la riuscita della manifestazione. “L’Irpinia è una terra sorprendente e ricca di intelligenze- ha esordito così al momento della premiazione la massima autorità di Governo sul territorio-.

Sono grata alla Fibes che ha voluto premiarmi sulla fiducia (sono pochi mesi che guido la Prefettura di Avellino) e ancora di più lo sono perché in Irpinia sto scoprendo una straordinaria capacità di aggregazione. Gli irpini hanno una marcia in più, e mi colpisce soprattutto l’elevato livello culturale della gente d’Irpinia”. La serata prosegue sul filo delle emozioni vere.

“Sono orgoglioso delle mie origini contadine – ha esclamato Antonio De Iesu, da un anno alla guida della Questura di via Medina-. Mio padre si sarebbe commosso fino alle lacrime per questi riconoscimenti che ricevo dalla mia terra. Ho dedicato la vita alla Polizia e sono grato proprio a quei valori che ho ricevuto dalla mia famiglia, umile e contadina”. Ha gli occhi lucidi De Iesu quando riceve dalle mani del presidente Colarusso il ‘Sublimitas’, a coronamento di una brillante carriera nei ranghi della Polizia di Stato. Foto di rito e interviste. Parte la clip che sintetizza i successi musicali e artistici del direttore d’orchestra, Enzo Campagnoli. Napoletano fino al midollo, talent scout e punta di diamante dell’Orchestra festivaliera di San Remo. Applausi a scena aperta e selfie per il maestro che ha diretto Mario Merola, pupillo di Beppe Vessicchio.

La kermesse prosegue tra le coreografie delle scuole di ballo (Asert dance e Cuore latino), premiate a fine serata, e la consegna dei riconoscimenti a personalità di calibro come: Piernicola Silvis, già questore e scrittore, Giovanni Savignano, medico e scrittore, il prof Enrico Dell’Orfano, il dirigente scolastico Franco Di Cecilia, il direttore di Ottochannel Pierluigi Melillo. E ancora i giornalisti Rai Gianfranco Coppola e Rino Genovese, la dirigente regionale Roberta Santaniello, la comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Rosa D’Eliseo, il pittore Nicola PicaNicola Perrotti, organettista di Frigento, il capo servizi de La Gazzetta dello Sport Filippo Di Chiara, originario di Sturno ma emigrato diciotto anni fa per lavoro a Milano, l’imprenditore Domenico Santonastaso.

La serata si è conclusa con il tradizionale taglio della maxi torta e la foto di rito con tutti i premiati e gli ospiti d’onore della serata.

» LE VIDEODIRETTE

» FOTOGALLERY

Commenti

comments

Lascia un Commento