I cento anni di Carmela Poppa, dagli Stati Uniti a Orsara

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – La Signora Carmela Poppa, orsarese doc, il 7 febbraio 2020 compirà 100 anni. Per l’occasione, Tommaso Lecce, sindaco di Orsara di Puglia, le consegnerà una targa e un omaggio floreale.

La nuova centenaria vive da sola. Sta bene, è autonoma e lucidissima. La sua storia è cominciata il 7 febbraio 1920 negli Stati Uniti d’America, dove è nata. All’ombra della Statua della Libertà ha compiuto i suoi primi passi, poi, dopo la decisione presa dai suoi genitori di tornare nel proprio paese d’origine, Carmela Poppa è cresciuta e diventata grande a Orsara di Puglia.

Da vedova, è riuscita ad allevare da sola il suo unico figlio. Ci è riuscita anche grazie alla sua bravura come sarta, il lavoro di una vita tra stoffe e cuciture per superare le difficoltà, vivere una vita dignitosa e assicurare un futuro a se stessa e a suo figlio. Ha vissuto l’epoca dei totalitarismi, è riuscita ad affrontare e superare gli anni durissimi della seconda guerra mondiale.

Da quando è nata, si sono succeduti 8 pontefici, 12 presidenti e 66 diversi governi della Repubblica Italiana. Questo il testo della targa che le sarà consegnata: “Alla Signora Carmela Cocca per il suo centenario, per la sua capacità di insegnare a tutti noi come affrontare e superare le difficoltà, tessendo la trama di una vita fatta di determinazione e coraggio. Gli auguri, l’affetto e la stima della tua Comunità – L’Amministrazione Comunale di Orsara di Puglia”.

«È bello festeggiare i nostri centenari – ha dichiarato il sindaco Tommaso Lecce -. Gli anziani rappresentano i valori e il senso di appartenenza a una Comunità affezionata ai propri nonni, alle proprie radici. Sono persone molto importanti anche per continuare a costruire un futuro più ricco di umanità: chi arriva a compiere 80, 90 o 100 anni, infatti, ha vissuto gli anni della seconda guerra mondiale e quelli successivi, quando fu ricostruito il Paese e si avviò la fase che ha portato alla nascita dell’Europa unita. Abbiamo molto da imparare dai nostri anziani», ha concluso il primo cittadino orsarese.

Commenti

comments

Lascia un Commento