Il dottor Alfredo Procaccini, montagutese doc, nominato vicepresidente di Federfarma Nazionale


La redazione di Montaguto.com desidera rivolgere tantissimi auguri ad un montagutese doc, Alfredo Procaccini, per la nuova nomina a vicepresidente Federfarma Nazionale.

“Ancora una volta comincio una nuova avventura – scrive Alfredo su Facebook -. Ma non sono solo ad essere Vicepresidente Nazionale, con me c’è, come sempre e nel cuore di tutti noi, Osvi, che ci ha illuminato in questo percorso, Vittorio Eugenio Claudia Pippo Andrea Nicola e, insieme a pari merito, tutta la squadra di Reset che ci ha portato a questi risultati. Ovviamente un ringraziamento in più a Vittorio che, coerentemente con i nostri iniziali programmi, ha ritenuto giusto fare un passo indietro e non accaparrare incarichi. Giusto e meritorio.

Con dispiacere, ma è giusto così, cedo la guida di Sistema Farmacia Italia – prosegue il dottor Procaccini -; guidare il CdA in questi due anni, fin della fondazione della start up, è stato per me motivo di orgoglio e di stimolo che mi ha portato a creare, secondo le indicazioni dei Soci, una struttura che potesse dare veramente un’idea di quello che la farmacia è in grado di fare nel campo della farmaceutical care, in coerenza con la farmacia dei servizi. Dobbiamo tenere presente che comunque è un progetto pilota e che è mancata la bacchetta magica che forse in tanti hanno pensato facesse parte del corredo iniziale. Sicuramente la categoria guarda con attenzione questa iniziativa ma la sfida del futuro è questa e bisogna assolutamente comprendere il futuro cambio di rotta. Ultima ma non ultima ringrazio mia moglie Alessandra, ed i miei figli, che mi supporta e sopporta (più la seconda…) in questi miei incarichi…

Un post a parte – conclude Alfredo Procaccini – merita il CdA di Federfarma, ed in particolare Marco Roberto Michele Gianni oltre a tutto il Consiglio, per aver creduto nella squadra di Roma che modestamente rappresento. I tre anni passati sono stati complicati ed i prossimi speriamo ci riservino il giusto raccolto di quanto seminato da tutto il CdA ma in particolare, lasciatemelo dire e non si offendano altri, da Marco e Roberto che hanno presidiato sempre e comunque la sede, anche a disprezzo della propria salute. Grazie a tutti, spero di meritare la fiducia concessa”.

Commenti

comments

Lascia un commento