IN AGGIORNAMENTO | Vigili del Fuoco e Comunità Montana ancora al lavoro, incendio di Montaguto quasi domato. E ora piove!

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 17.00

Pioggia benedetta a Montaguto: l’acqua adesso farà anche la sua parte. Sono ancora al lavoro i Vigili del Fuoco e i forestali della Comunità Montana dell’Ufita, che stanno cercando di domare i tanti roghi che nelle ultime ore hanno avvolto Montaguto. Il paese è avvolto da un sottile e penetrante fumo. Fortunatamente, le fiamme ora sono lontane dal centro abitato. L’incendio si stava sviluppando intorno a via Sorgenti – ma è stato domato – e sulla via Nova andando verso il Ponte di Sofia.

Grandissimo il lavoro del Servizio Antincendio di Ariano Irpino della Comunità Montana dell’Ufita, che praticamente sono saliti sul costone della montagna al km. 6 della SP26: coraggio e abilità mostruosi per spegnere gli ultimi focolai. Come pure i Vigili del Fuoco di Grottaminarda, che sono intervenuti prontamente a mettere fine a questo scellerato incendio.

A breve vi daremo nuovi aggiornamenti e nuove foto!

ORE 13.30 – Bruttissimo incendio, questa mattina, a Montaguto. Due focolai sono stati appiccati da qualche criminale senza scrupoli sulla S.P.26, la via Nova, a pochi passi dall’ingresso del centro abitato, sia sul versante destro che sul sinistro della strada. Le fiamme sono arrivate fino alle porte del paese, rischiando di lambire anche le abitazioni. Il fortissimo vento ha chiaramente alimentato e spostato i roghi (attualmente tenuti sotto controllo).

Il primissimo intervento è stato fatto da coraggiosissimi cittadini montagutesi, che con sprezzo del pericolo hanno gettato acqua con secchi e pompe, circoscrivendo le fiamme.

Attualmente, ci sono ancora focolai attivi, mentre i Vigili del Fuoco di Grottaminarda, giunti sul posto circa un’ora dopo le chiamate dal paese, insieme a una camionetta della Comunità Montana dell’Ufita, sono ancora all’opera per arginare i pericoli.

Situazione particolarmente critica su a via del Censimento, alle case popolari, dove il fuoco è arrivato vicinissimo alle abitazioni ma per fortuna è stato spento.

Un disastro senza mezzi termini, un gesto vigliacco e criminale che poteva costare caro. Adesso la situazione sembra sotto controllo ma vi terremo aggiornati nel corso della giornata.

Commenti

comments

Lascia un Commento