INTERVISTA A ROSSANA POLVE, LA MISS CHE PORTA ORSARA NEL MONDO


Si chiama “Miss Princess of the World”, ed è un concorso di bellezza rinomato per le elevate esigenze degli standard professionali tra le ragazze concorrenti. Alle partecipanti di età compresa dai 16 ai 23 anni viene chiesto di dimostrare che non è necessario possedere solamente un corpo perfetto e bellezza ma devono mostrare anche le loro abilità e il loro ingegno dimostrando, inoltre, la consapevolezza che nella vita bisogna avere obiettivi chiari.

In Italia l’organizzazione dell’evento è affidata all’agenzia Uniqus, sotto la direzione artistica dell’agente foggiano Peppe Cautillo. L’evento è stato patrocinato dall’Amministrazione provinciale di Foggia, dal Comune di Orsara di Puglia e dalla Confartigianato di San Severo. Durante le varie selezioni programmate, la commissione, gli ospiti intervenuti e le aspiranti reginette  hanno potuto apprezzare  i prodotti tipici locali, presentati dal maestro della cucina orsarese Peppe Zullo.
Tra le italiane protagoniste dell’evento sono andati riconoscimenti alle signorine Nadia Sottile, Valentina Lanciano e Alessia Allegretti, che per sette giorni ed assieme alle altre colleghe hanno girato la Capitanata visitando Manfredonia, Lucera, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, San Severo, Foggia. Ad affrontare la finale mondiale di Miss Princess of the World  in programma il prossimo 1 ottobre a Praga sarà Rossana Polve, con i suoi tratti tipicamente mediterranei.
Noi di montaguto.com abbiamo intervistato la simpaticissima miss finalista, anche se a distanza di qualche mese, per impegni vari della gentilissima Rossana, la quale nonostante tutto si è dimostrata subito favorevole ed entusiasta nel dedicarci un po’ del suo tempo.
– E’ arrivato il tuo momento, fatti conoscere più da vicino, parlaci un po’ di te.
Mi chiamo Rossana Polve, ho da poco compiuto 18 anni e sto per frequentare il mio ultimo anno presso il liceo scientifico con indirizzo di bilinguismo dopo il quale proseguirò il mio percorso formativo all’università. Adoro la danza da quando ero piccola e tuttora frequento una scuola.
– Quando hai iniziato a prendere in considerazione questa tua candidatura a Princess of the World e come mai hai partecipato a questo concorso?
Mi piace mettermi in gioco ma non ho mai pensato di farlo all’interno di un concorso di bellezza perché ci si limiterebbe a guardare solo l’aspetto esteriore della persona, tuttavia essendo questo un concorso che non prende in considerazione solo la bellezza, ho deciso di partecipare, provando così una nuova esperienza.
– Di chi è stata l’idea?
Di amici.
– In famiglia cosa ne pensano? Hanno approvato questa tua decisione?
Hanno approvato, ma non del tutto, perché in quanto genitori è giusto che ci vadano cauti e cerchino di tutelarmi.
– Domanda per i tuo fans maschietti… sei fidanzata?
Non più.
– I tuoi amici sono felici e soddisfatti di questo tuo traguardo oppure tra le amiche c’è qualcuna particolarmente invidiosa?
I veri amici dovrebbero essere felici e soddisfatti di me, chi non lo è, non è forse un amico.
– E tu, sei felice?
Al momento non avrei motivo per non esserlo.
– Ti immaginavi di raggiungere questo traguardo?
La mia autostima va e viene, e non sono così sfrontata da ritenere che dovessi essere io la vincitrice. Tuttavia, come credo sia giusto, dentro di me è sempre rimasta viva la speranza!
– Al momento della tua nomina a finalista del concorso per rappresentare l’Italia quale è stata la tua reazione?
Soddisfazione, entusiasmo, curiosità…
– Sei stata contenta di raggiungere questa meta proprio “giocando in casa”?
Pienamente soddisfatta! Ma è un’arma a doppio taglio…
– Hai stretto amicizia con le altre candidate o c’è una certa competizione?
Sinceramente non ho sentito la competizione e grazie alle conoscenze della lingua inglese sono riuscita a far nascere delle belle amicizie con il gruppo ceco, ma certamente anche con quello italiano si sono allacciati dei rapporti.
– Cosa diresti ad una delle tue rivali?
Ritenta, sarai più fortunata! Non bisogna certo abbattersi per una sconfitta!
– Progetti futuri?
Continuerò a ballare ma sapendo di non potermi “affidare

Commenti

comments

Lascia un commento