Iovino: «Finanziamenti europei e lavori pubblici le priorità»

Vincenzo Germano Iovino è stato il primo sindaco eletto in Irpinia. Ieri alle 19.10 a Montaguto si è raggiunto il 50%+1 degli aventi diritto al voto, percentuale utile a superare il quorum ed evitare il rischio commissariamento, come invece è avvenuto ad Andretta (circa 39% dei votanti su una popolazione di 2700 abitanti). Oggi alle ore 14 avverrà lo spoglio delle schede. Intanto, questa mattina il futuro sindaco, conosciuto in paese col nome di Germanenzo, ha ribadito quale sarà la politica della lista “Lavoriamo insieme per Montaguto”.

Una lista giovane, composta da due under 30, quattro trentenni, tre quarantenni e solo due over 50.

“Un buon risultato, considerando i residente all’estero che non potevano votare. Se prendiamo i votanti effettivi, abbiamo avuto l’80%. La gente ha capito ciò che vogliamo fare”.

Tutti i nostri obiettivi, spiega il futuro primo cittadino, “saranno perseguiti secondo le leggi e il bilancio – ha spiegato Iovino -. Non sforeremo. Ci sono molti lavori pubblici da fare, alcuni dei quali già finanziati, solo da appaltare. Noi faremo quello che è prioritario”.

E prioritario, sottolinea Iovino, “è scoltare i cittadini e verificare i problemi del paese”.

Lo sviluppo, prosegue, “arriva attraverso lo studio. Insieme ai comuni limitrofi studieremo misure di politiche giovanili con progetti di lavoro. I nostri giovani, su cui punto molto, formeranno un gruppo di lavoro che dovrà studiare il modo di reperire finanziamenti, di impostare progetti perché la nostra regione non sfrutta al 100% i finanziamenti europei. Tutti i giovani che vorranno collaborare troveranno le porte aperte”.

Montaguto, ha sottolineato il futuro sindaco, “non è un paese di 500 abitanti ma di oltre settemila. Penso a tutti i montagutesi all’estero, che saluto con affetto, con cui creeremo un rapporto speciale, aiutandoci col web. Ci saranno delle iniziative interessanti e innovative, in tal senso. Vogliamo che i nostri compaesani vivano il nostro paese giorno per giorno, e magari possano tornare di tanto in tanto. Sarebbe meraviglioso se qualcuno potesse tornare a stabilirsi qui”.

La questione dell’assistenza sanitaria e agli anziani è prioritaria. “Bisogna dare una sicurezza a livello sanitario. Ci sono imprenditori privati che potrebbero realizzare una struttura in paese, che logicamente, oltre a tutti i benefici del caso, porterebbe anche lavoro a Montaguto”.

C’è poi il discorso della zona archeologica: “Grazie ai finanziamenti delle Pale eoliche sono stati effettuati scavi che hanno portato alla luce un villaggio sannita del 300 a.C. Ciò potrebbe rappresentare un’enorme ricchezza per Montaguto”.

Il primo "selfie in comune" della lista "Lavoriamo insieme per Montaguto"

Il primo “selfie in comune” della lista “Lavoriamo insieme per Montaguto”

Commenti

comments

Lascia un Commento