ISOLATO GENETICO | L’isolat’ genetic’


frecciav PROGETTO DI RICERCA PER MAPPARE GENETICAMENTE LA POPOLAZIONE DI MONTAGUTO
(ANSA – 11 giu 2003)

paese3

È partito il progetto di ricerca per mappare geneticamente la popolazione di Montaguto, un paese della Valle Ufita in Irpinia per scoprire alcuni genei determinanti per malattie come il diabete e i tumori.

L’annuncio è stato dato da Biogem, società di biotecnologie e genetica molecolare, che ha avviato la ricerca coordinata da Maria Grazia Persico, dell’Istituto Internazionale di Genetica e Biofisica di Napoli, e condotta dalle ricercatrici Maria Ciullo e Antonella Fierro.

“Montaguto – spiega la società’ Biogem – costituisce per gli studiosi un ‘isolato genetico’, ossia un paese in cui la popolazione a causa dell’isolamento geografico e della scarsa immigrazione ha conservato nel corso dei secoli dei caratteri genetici omogenei e chiari. In questi comuni la crescita lenta della popolazione originatasi da pochi fondatori e la mancanza d’immigrazione hanno fatto sì che gli attuali abitanti di questi comuni abbiano un patrimonio genetico piu’ omogeneo rispetto a popolazioni aperte.

“L’ elevata omogeneita’ – continua la societa’ – permette d’identificare varianti genetiche associate a particolari tratti, somatici (calvizie, altezza, tendenza all’obesita’) o clinici (diabete, allergie, asma).

Obiettivo primario dello studio e’ quindi quello di individuare combinazioni geniche responsabili di malattie diffuse. La conoscenza di queste combinazioni permette di identificare precocemente persone suscettibili a patologie in modo da poter intervenire sui fattori ambientali che possono scatenarle”. La ricerca prevede analisi cliniche e mediche per tutta la popolazione.

I ricercatori stanno componendo il difficile puzzle che mette insieme diverse generazioni della popolazione: si torna indietro di almeno tre, quattro secoli. Questo grazie alla collaborazione delle autorita’ locali, che hanno permesso ai ricercatori di accedere ai registri delle nascite del Comune; della parrocchia, che ha messo a disposizione il suo archivio storico.

frecciav IN IRPINIA SCREENING GENETICO DI POPOLAZIONE
(A cura de Il Pensiero Scientifico Editore)

paleeoliche

pallinoverde La notizia. Sta per partire il Progetto GenUfita, il primo screening genetico di popolazione italiano di ampia portata. I ricercatori napoletani del Biogem (Istituto di Biotecnologia e Genetica Molecolare del Mezzogiorno) hanno scelto la comunità di Montaguto (Napoli) per eseguire una mappatura genetica completa della popolazione, al fine di individuare i geni responsabili di alcune importanti malattie, come il diabete, l’asma, le allergie e i tumori.

pallinoverde La storia. Negli ultimi 400 anni gli abitanti di Montaguto hanno vissuto, a causa delle particolari condizioni geografiche del loro paese, in mezzo alle montagne dell’Irpinia, in uno stato di isolamento territoriale completo: per molte generazioni gli abitanti si sono sposati tra di loro, senza contaminazioni esterne e senza l’apporto di immigrati. Conseguentemente il patrimonio di questa comunità è più omogeneo e rappresenta il bersaglio ideale per uno studio di questo tipo.

pallinoverde Lo studio. Il Progetto GenUfita si articolerà in cinque fasi: nella prima i ricercatori del Biogem, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di Genetica e Biofisica di Napoli, esamineranno i registri anagrafici del paese: saranno contati i matrimoni degli ultimi due secoli e sarà determinata la percentuale di matrimoni tra consanguinei. Durante la seconda fase sarà allestito un archivio, che servirà a ricostruire l’albero genealogico degli ultimi quattro secoli. Nella fase tre si effettueranno i prelievi di sangue di tutta la popolazione, che serviranno per le analisi cliniche e per la preparazione del Dna. La quarta fase prevederà le visite mediche, per permettere a tutti gli abitanti di conoscere il proprio stato di salute. Tali dati verranno poi inseriti in forma anonima in un archivio informatico. Nella fase cinque saranno effettuate le analisi del Dna raccolto; si potranno così identificare i geni responsabili dello stato di salute o delle malattie presenti nella popolazione.

pallinoverde Prospettive. I ricercatori, guidati da Roberto Di Lauro, direttore del Biogem, sono convinti che il progetto potrà avere importanti ricadute sia in ambito scientifico, sia per la prevenzione: la conoscenza del Dna della popolazione di Montaguto permetterà infatti di acquisire preziose informazioni sulle cause di molte malattie ereditarie. Il check-up degli abitanti irpini inizierà in tempi molto rapidi.

(Yahoo Salute – 28/10/2003)

Lascia un commento