LA PROVINCIA DI FOGGIA ENTE DI INVIO E COORDINAMENTO PROGETTI DI VOLONTARIATO


La Provincia di Foggia è tra le cinque Amministrazione provinciali italiane – assieme a quelle di Rimini, Parma, Caserta e alla Provincia Autonoma di Bolzano – ad aver ottenuto dall’Agenzia Nazionale per i Giovani l’accreditamento come Ente di invio e coordinamento dei progetti di volontariato nell’ambito del Servizio Volontario Europeo.

"Si tratta di un grande risultato – commenta il presidente della Provincia, Antonio Pepe – che premia il lavoro condotto in questi anni dalla Provincia sul fronte del servizio civile e che rappresenta un prestigioso riconoscimento del patrimonio di conoscenze e di esperienza maturato in questa attività".
Attraverso il parere positivo espresso dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, l’Ente di Palazzo Dogana svolgerà un duplice ruolo: da un lato si occuperà dell’invio dei volontari italiani all’estero e dall’altro opererà un coordinamento dei progetti europei di volontariato con riferimento al Programma Comunitario ‘Gioventù in azione (2007-2013). “L’accreditamento ricevuto dall’Agenzia Nazionale per i Giovani – spiega Leonardo Lallo, assessore provinciale con delega al Servizio Civile – è un obiettivo al cui raggiungimento puntavamo da mesi. Le nostre capacità e la nostra competenza ci hanno permesso di avanzare la candidatura della Provincia di Foggia in modo autorevole e vincente”.
La Provincia di Foggia, attraverso l’istituzione del Servizio Volontario Europeo presso il Dipartimento per il Servizio Civile, ha dunque fatto propri gli obiettivi e le priorità definite dal Consiglio dell’Unione Europea (2010/37/CE) che ha proclamato il 2011 come Anno Europeo del Volontariato attraverso l’implementazione del Programma Comunitario ‘Gioventù in Azione’, di cui il Servizio Volontario Europeo è parte integrante. "L’Amministrazione provinciale – aggiunge l’assessore Lallo – si conferma così un Ente di eccellenza nazionale nel campo del volontariato e del Servizio Civile, soprattutto grazie allo straordinario lavoro di squadra condotto dalla nostra struttura tecnica e amministrativa, il cui impegno ha reso possibile questo traguardo. Aver ricevuto il via libera all’espletamento di queste funzioni – evidenzia ancora Lallo – costituisce un valore aggiunto anche nel quadro più generale riferibile alle politiche del lavoro. La Provincia di Foggia – conclude – attraverso il Servizio Volontario Europeo si dota infatti di un nuovo strumento indispensabile per il contrasto alla disoccupazione giovanile e per sviluppare e valorizzare le capacità professionali, la crescita personale, l’inclusione sociale e la mobilità per l’apprendimento dei giovani del territorio, in particolare di quelli con minori possibilità economiche e sociali"

2011-04-07 14:30:41

11

Commenti

comments

Lascia un commento