‘Le bambine di Monteleone che sarebbero diventate mamme’, l’articolo del Corriere Canadese





Joe Volpe, politico italo-canadese, importantissimo uomo politico italo-canadese, ex Ministro del Lavoro, dell’Immigrazione, imprenditore ed editore del leggendario Corriere Canadese, originario di Monteleone di Puglia, ha condiviso qualche giorno fa un bellissimo articolo dedicato al suo amato paese. Si intitola “Le bambine di Monteleone che sarebbero diventate mamme“.

Foto di una scuola a Monteleone del 1961 con la Signora Gina Morra e le sue alunne nella villa comunale di Monteleone. Quasi tutte hanno compiuto 70 anni, essendo della classe del 1950. Si riconoscono nella prima la sedute da destra Lina, Maria Rosaria, Ginetta, Melina, Filomena, in piedi in seconda la la maestra Filomena G. Virginia, Lina V., Lina C., Maria T., Concetta, Angela, Michelina, Felicetta, Maria D.M., ultima la dietro da destra Maddalena, Maria L., Carmela, Anna Rosa M. Anna Rosa, Lucia e la maestra Signora Gina Morra.

All’articolo ha fatto seguito la lettera di una lettrice, Filomena Perna:

Questa  fotografia  scattata  nella  villa  Comunale di Monteleone di Puglia nel 1961, raggruppa  una  delle  2  classi  femminili della V elementare.

La dedicata e rispettata icona “Gina Morra” cominciò ad insegnarci dalla prima elementare ed il gruppo restò quasi immutato fin alla fine.

La signora Evelina Altieri era un’altra insegnante anche lei molto qualificata che era responsabile dell’altra V femminile. Poi c’era  Don  Renato  Cornacchia,  che   successivamente  sposò   la  nostra  maestra,  che  assieme  a don Nicola Morra insegnava nelle altre due classi maschile della quinta.

In quei tempi Monteleone aveva circa 4 classi per ogni anno scolastico. Attualmente nel nostro paesino le scuole elementari sono dimezzate drasticamente a 2 classi miste, dovuto ad una costante emigrazione verso il Nord America (Toronto).

La  nostra  elegante  e  distinta  maestra  veniva spesso  riferita  come  la  “Lollobrigida”  di  Monteleone. È stata molto brava con tutte le sue alunne.  Aveva  questa  professione  nel  suo  DNA, però se qualcuna non completava i compiti, veniva punita con pagine e pagine di copiato.

Ricordo che siamo sempre state promosse e molte di noi abbiamo frequentato le scuole medie, già esistenti a Monteleone. Abbiamo trascorso tanti bei giorni assieme a lei e siccome una buona metà di noi ci siamo trasferiti a Toronto, il nostro gruppo è ancora compatto ed attivo nella comunità locale.

Speriamo che il Signore continui a benedire la nostra maestra che nonostante la sua tenera età di 92 anni, abita ancora a Monteleone. Molte di noi ricordiamo che ogni volta che ritorniamo al paese, lei ci riconosce tutte da lontano.

 

Joe Volpe non ha mai nascosto il suo amore per la sua terra, in cui ha vissuto fino a sei anni e nella quale è tornato spesso (» LEGGI QUI).

Commenti

comments

Lascia un commento