‘L’ELFO DI ROSETO’, IL GIORNALE DI ROSETO VALFORTORE PATROCINATO DAL COMUNE


Nasce a Roseto Valfortore la Consulta Giovani del Comune e prende vita "L’Elfo di Roseto", un giornale composto da otto pagine in distribuzione gratuita per i cittadini del paese a partire da domani, venerdì 11marzo. Si potrà richiedere il giornale all’indirizzo elfodiroseto2011@gmail.com. Le notizie saranno disponibili anche in formato elettronico e verranno pubblicati sul blog www.rosetovalfortore.blogspot.com. "Il tutto è stato reso possibile grazie al contributo dell’Amministrazione comunale – si legge nell’editoriale firmato da Caterina Capobianco – data alle stampe grazie al contributo dell’Amministrazione comunale, vuole essere uno spazio aperto e libero di confronto…

Vuole essere, innanzitutto, uno strumento di crescita in più per i giovani rosetani e per chiunque abbia a cuore lo sviluppo sociale, culturale ed economico della nostra Comunità. Su queste pagine tutte le opinioni saranno ben accette e degne di ospitalità, a patto che siano espresse secondo le più elementari regole del rispetto delle persone e del buon senso. L’Elfo di Roseto nasce per volontà della Consulta Giovani, un gruppo di ragazze e di ragazzi che, in poco tempo, sta già dimostrando di volere attivarsi per il bene della Comunità con spirito di servizio e grande entusiasmo".

Alla prima uscita hanno collaborato i membri del direttivo dell’organismo consultivo giovanile: Caterina Capobianco, Domenica Giannini, Stefania Rossi e Giuseppe Giannini. Al loro lavoro si sono aggiunti i contributi di Mariella Scinto, Domenico Basso, Pietro Frisi, Concetta Capobianco e quello della vicesindaco Lucilla Parisi. E’ un modo per coinvolgere e informare tutti i rosetani del mondo ed informarli di ciò che accade nel loro paesello, proprio come abbiamo fatto noi di Montaguto.com Non ci resta che porgere ai nostri colleghi un grande augurio per questa iniziativa.

Marianna de Mita
I ragazzi della Consulta
L’editoriale di Caterina Capobianco

2011-03-10 15:07:40

3

Commenti

comments

Lascia un commento