L’Irpinia celebra la Polizia di Stato con due giornate nel segno di riconoscenza alla presenza di Gabrielli e De Iesu


L’Irpinia celebra la Polizia di Stato. Due giornate nel segno della riconoscenza a chi ogni giorno lavora per garantire la sicurezza del Paese. Trentasei anni dopo il sisma che cambiò la storia e la geografia dell’Irpinia il sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi, Rosanna Repole, ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria a chi per primo si prodigò a soccorrere i feriti e a scavare a mani nude tra le macerie del paese sbriciolato da una violentissima scossa di terremoto, la più devastante registrata negli ultimi decenni in Italia.

Il prossimo tre agosto conferirà il prestigioso riconoscimento alla Polizia di Stato e per l’occasione sarà il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, a ricevere targa e pergamena dalle mani del sindaco che non ha mai dimenticato la generosità e l’umanità dei poliziotti del Commissariato di PS di Sant’Angelo dei Lombardi che si adoperarono a salvare vite prima dell’arrivo dei soccorsi a livello nazionale.

L’indomani invece nella sala consiliare di Pietradefusi il primo cittadino, Giulio Belmonte, con delibera consiliare conferirà la cittadinanza onoraria al questore di Napoli, Antonio De Iesu, figlio illustre della comunità pietrafusana. Alla cerimonia prenderanno parte le massime autorità.

Commenti

comments

Lascia un commento