MALTEMPO | Piove da due giorni tra Capitanata e Irpinia, paura per le strade, il Cervaro e gli altri fiumi


Non ci sono ancora situazioni di pericolo in zona Montaguto e Valle del Cervaro ma la paura resta. Quando piove a dirotto come sta succedendo da due giorni tra Capitanata e Irpinia, non si può abbassare la guardia. È notizia di ieri lo straripamento del fiume Cervaro in zona ponte di Bovino, dove gli argini del torrente hanno ceduto inondando un antico mulino adibito a “Masseria Didattica”. Sul posto è intervenuto un mezzo dei vigili del fuoco del distaccamento di Deliceto. La piena ha divelto i massi che proteggevano il fabbricato, inondando i locali della struttura, rendendola di fatto inagibile, come mostrano le foto di Foggia Today in basso.

Problemi anche a Orsara, a causa dell’esondazione del torrente Lavella, è stata chiusa la Strada Pannolino, come informa la pagina Facebook Orsara di Puglia.

In provincia di Foggia, la zona maggiormente interessata è quella dei Monti Dauni, già fortemente colpita dalle piogge di sabato e domenica. Questa mattina è esondato il torrente Celone: allagati i campi e la sp 125, la strada che collega Foggia ai comuni della Valmaggiore. Completamente isolati i centri di Faeto, Celle di San Vito e Castelluccio.

Lo scorso 14 marzo si è verificato qualche problema sulla SS90 – ancora allagata – e un ingrossamento del fiume Cervaro, che però non ha creato grossi disagi (» LEGGI QUI).

Esonda il torrente Lavella a Orsara di Puglia
Esonda il torrente Lavella a Orsara di Puglia

» CEDONO GLI ARGINI DEL CERVARO AL PONTE DI BOVINO (FOTO FOGGIATODAY)

 

» ESONDA IL FIUME CELONE: ISOLATI FAETO, CELLE E CASTELLUCCIO (FOTO TELERADIOERRE)

Commenti

comments

Lascia un commento