MIRABELLA, MODENA CITY RAMBLERS CON LA T-SHIRT IRISBUS


di Michele Pilla
Non servirà a molto ma, a volte, un gesto vale più di mille parole. Quelle parole che i nostri amati politici amano spendere senza portare risultati concreti. A volte, il gesto di chi in apparenza non c’entra nulla conta di più. All’apparenza, perché anche i personaggi pubblici hanno obblighi morali. Non tutti la pensano così. Per fortuna, però, qualcuno c’è ancora (Nella foto, il cantante Dudu Morandi con la maglia Irisbus – Ilciriaco.it).

Parliamo dei Modena City Ramblers, gruppo che a qualcuno farà storcere il naso per via di una certa corrente di pensiero. Eppure, quando c’è da metterci la faccia, loro lo fanno. Sabato 17 settembre, a Mirabella Eclano, in occasione della notte bianca uno dei gruppi più longevi del panorama italiano si è esibito di fronte a circa tremila persone, suonando per oltre due ore brani di combat-folk del loro ultimo album, uscito il marzo scorso, "Sul tetto del mondo". Poi, prima di intonare lo storico brano Contessa, il cantante Davide Dudu Morandi è salito sul palco con la maglietta Iveco-Irisbus e ha detto: "Questa è per i 700 operai dell’Irisbus". Prima del pezzo "La legge giusta" ha fatto un elenco, commentando: "Se questo governo facesse più leggi per tutelare i diritti dei lavoratori, come quelli dell’Irisbus, invece di farsi gli affari loro…" Infine, è sceso dal palco e ha ricevuto i ringraziamenti dei ragazzi per aver messo la maglietta. "Ma grazie a voi per avermela data", ha concluso Dudu.
Un grandissimo applauso, dunque, per questi ragazzi, tra cui anche Francesco Fry Moneti, violinista e chitarrista, che più e più volte abbiamo incontrato durante i loro concerti e più e più volte abbiamo apprezzato, prima che come artisti, come uomini veri.
Forse non servirà a molto, ma se certi politici imparassero prima di tutto a essere anch’essi uomini, forse qualcosina in più per questo paese potrebbe essere fatto…
 – GUARDA LE FOTO TRATTE DA ILCIRIACO.IT

2011-09-18 18:54:04

4

Commenti

comments

Lascia un commento