MONTAGUTESTATE 2017 | “Back home” questa sera a via Roma l’esclusivo concerto di jazz d’autore del Luigi Grasso quartet


Tutto pronto in via Roma, a Montaguto (nei pressi della sede della Misericordia), dove questa sera alle 21 si terrà “Back home”, Jazz d’autore con Luigi Grasso quartet. Un evento eccezionale, quello che avrà luogo nel nostro paese. Nella foto di Angelo D’Urso il quartet impegnato nelle prove, oggi pomeriggio, sul palco.

Il “Luigi Grasso quartet” si forma nel 2012 registrando l’opera “Ça marche”con l’etichetta parigina Echopolite. Nonostante i membri risiedano in diversi continenti, il gruppo vanta più di ottanta concerti e più quindici masterclasses in Europa fino ad oggi!

Grazie alle diverse e comuni esperienze musicali, l’ensemble ha affinato un repertorio composto soprattutto da composizioni originali e qualche standards dall “American Songbook” senza dimenticare alcune melodie popolari, patrimonio dei viaggi ai quattro angoli della terra.

Anche l’esperienza pedagogica si è evoluta in un metodo e un programma di lavoro collaudato, basato sulla pratica strumentale e sulla tradizione orale del jazz, che si adatta a tutti tipi di culture, tempistiche e livelli.

PRESS KIT

“ … Luigi è uno dei giovani musicisti più talentuosi che ho potuto ascoltare negli ultimi venti anni…” Wynton Marsalis- Umbria Jazz 2002

“Luigi Grasso è sicuramente il Musicista da seguire…” Jazzhot.net 2012

“Un momento di grazia e naturalezza…” Jasques Aboucaya-Jazz Magazine 2013

“Luigi Grasso è un musicista dal talento davvero eccezionale, per il virtuosismo e bellezza della sua musica che sprigiona swing e autenticità. ” France Jazz 2013

“Non ci chiediamo più “che ore sono?” o “a quale epoca siamo?” ma ci lasciamo semplicemente inchiodare alle poltrone guardando la polvere che cade ai suoi piedi. Da vivere in concerto assolutamente !!! Franck Bergerot-Jazz Magazine 2013

“Luigi Grasso è una delle nuove stelle del jazz, Sassofonista eccezionale, all’alto e al tenore, conferma il suo talento a ogni concerto. Una sorpresa divina.” Karima Romdane  2014

“Virtuosismo e raffinatezza coniugate al piacere di suonare…” Ouest France 2014

LUIGI GRASSO, sassofoni, compositore, arrangiatore, educatore

Luigi Grasso nato ad Ariano Irpino (AV) nel 1986, si afferma fin da giovanissimo come una delle figure di spicco del jazz italiano e internazionale.

Grazie alla collezione di dischi di famiglia scopre presto la musica jazz e classica, intraprendendo lo studio del sassofono all’età di cinque anni.

Nel 1997 partecipa e vince l’edizione italiana e internazionale del concorso televisivo “BRAVO BRAVISSIMO” che gli apre una carriera internazionale nel jazz. Nei due anni successivi si esibisce in importanti televisioni (RAI, MEDIASET, e diverse TV estere), festival nazionali e intenazionali (Umbria Jazz, Villa Celimontana, Lions Jazz Festival, European Youth Music Fest) teatri e jazz club europei.

Nel 1998 partecipa alle clincs della Berklee College of Music nell’ambito dell’Umbria Jazz Festival dove gli viene offerta una borsa di studio “Full Tuitions” per partecipare al programma estivo a Boston.

Nello stesso anno incontra il chitarrista americano Agostino Di Giorgio con il quale prosegue i suoi studi di armonia e improvvisazione.

All’età di tredici anni Luigi registra il suo primo album “A Love Supreme” (Java Records) insieme al fratello Pasquale, di due anni più giovane, alla chitarra.

Dal 2001 al 2009 è allievo, e in seguito assistente, di una delle leggende del piano jazz, Barry Harris, membro della NEA (National Endowment of the Arts).

Nel 2008 comincia gli studi di contrappunto e composizione al conservatorio “G.Martini”di Bologna nelle classi di Chiara Benati e Francesco Carluccio.

Nel 2010 si trasferisce a Parigi, dove ora risiede e insegna sassofono jazz e musica d’insieme nel Conservatorio del 9ème e del 17ème arrondissement, al CRR (Conservatoire à Rayonnement Régional) de Paris, e dal 2014 alPole Supérior de Paris Boulogne-BillancourtPSPBB e al CNSM (Conservatoire National Supérieur du Musique) de Paris come tutore per due dottorandi in CA (Certificat d’Etude), uno dei titoli musico-pedagogici più importanti in Francia.

Tra il 2009 e 2012 viaggia intensamente negli USA, dove incontra numerosi musicisti con i quali intraprende un’assidua collaborazione artistica.

Nel 2011 partecipa a un programma culturale dell’ambasciata degli USA in Kuwait e Cipro.

Nel 2012 fonda il “Luigi Grasso quartet” con il quale registra “Ça marche” per l’etichetta parigina Echopolite. Il quartetto si esibisce intensamente in tutta Europa, ricevendo gli elogi della critica internazionale.

Nello stesso anno registra l’album “Crazy Blues” (Universal) con la cantante americana China Moses e il pianista francese Raphael Lemmonier. In tale formazione Luigi riveste il ruolo di solista principale, e il progetto viaggia attraverso più di dieci paesi in tutto il mondo negli ultimi due anni.

Nel 2013 e 2014 scrive la musica per il suo nuovo progetto “Luigi Grasso Octet” che registra a New York in aprile con una formazione “All Stars“ comprendente quattro ambasciatori del jazz per gli USA, Ari Roland (contrabbasso), Chris Byars (sax tenore), Keith Balla (batteria), John Mosca (trombone, direttore del Village Vanguard Orchestra), suo fratello Pasquale Grasso (chitarra), l’italiano Stefano Doglioni (clarinetto basso) e Fabien Mary (tromba) da Parigi. Il progetto prevede principalmente composizioni e arrangiamenti originali.

Sempre nel 2014 co-firmerà “Groovy Walk” e “Un dos tres… Vamos a Cocinar” con l’artista soul Luca Sapio che saranno utilizzati per lo spotradiofonico della ENI in Europa.

Dal 2015 a oggi è il direttore musicale del nuovo progetto “Nightintales” di China Moses con 250 concerti in più di 25 paesi.

Nel 2016 diventa direttore artistico della stagione di concerti-jam e concorso POP-UP THE JAM! per Buffet-Crampon, una delle migliori case produttrici di strumenti a vento.

Nel 2017 Registra il suo nuovo album con il progetto “The GREENWICH SESSION by Luigi Grasso”.

Commenti

comments

Lascia un commento