NATALIE, L’AUTOPSIA FARA’ LUCE SULLE CAUSE DELLA MORTE


a cura di Lucia Cafazzo

Soltanto l’autopsia potrà svelare la causa della morte di Natalie Ciccone. Il corpo della giovane 18enne di Conza della Campania, è stato ritrovato privo di vita, nella giornata di ieri intorno alle ore 11, ma ci sono ancora molti lati oscuri sul caso. Per risalire alla causa della sua morte bisogna eseguirne l’autopsia. Natalie era uscita di casa intorno alle 19 di sabato scorso.

Non vedendola rientrare, i genitori ne hanno denunciato la scomparsa nella notte tra sabato e domenica. Ieri mattina l’auto, una Fiat Grande Punto, è stata ritrovata per caso da un vigile del fuoco in fondo alla scarpata lungo la Statale 401 in territorio di Lioni. Attorno sono stati poi rinvenuti alcuni effetti personali di Natalie Ciccone, figlia dell’ex sindaco di Conza e l’orologio da polso della 18enne fermo sulle 3.35. Dubbi e interrogativi dovranno ora essere sciolti dagli investigatori. Sull’asfalto non c’è nessun segno di frenata. L’auto è schizzata contro il guard-rail finendo la corsa lungo gli argini fluviali mentre il corpo di Natalie, sbalzato fuori dall’abitacolo, è stato trascinato via dalla corrente dell’ Ofanto in piena per essere ritrovato poi in fondo a una fossa fluviale, a pochi metri da una cascata, in un punto insidioso dell’Ofanto.

2013-04-02 22:18:38

2

Commenti

comments

Lascia un commento