Oggi riapre la villa comunale di Bovino: le foto e il messaggio del sindaco Nunno


Oggi riapre ufficialmente la villa comunale di Bovino.

Scrive il sindaco Vincenzo Nunno sulla pagina Città di Bovino – Eventi e comunicazioni: Cari concittadini, da domani, 1 giugno 2020, con la conclusione del 1º step di lavori, riapriranno i cancelli della nostra splendida e invidiata villa comunale dopo interventi di efficientamento e sistemazione che hanno riguardato:

🔸la pubblica illuminazione
🔸la messa in sicurezza e il ripristino delle staccionate perimetrali alle aiuole;
🔸riverniciatura delle panchine;
🔸 la piantumazione di nuove piante e fiori, perenni e stagionali, tra cui circa 65 rose paesaggistiche, alberi di maggiociondolo, piante di loropetalum, callistemon e buddleja (conosciuto come albero della farfalla);
🔸il completamento della pavimentazione della zona posta fra Sant’Antonio e l’ambulatorio ASL;
🔸nuovi cestini per la raccolta differenziata♻️ completi di posacenere;
🔸nuovo accesso alla Villa Comunale su via Marconi che renderà più facile l’accesso alle strutture sportive e l’accesso ai nuovi parcheggi.

A seguire, nei prossimi giorni, proseguiranno i lavori. In particolare si procederà con il completamento dei lavori di efficientamento dell’illuminazione nella villetta, lato sinistra villa (balconcini), chiesa Sant’Antonio, parco giochi e verranno ultimate le riverniciature delle staccionate.

Cogliamo l’occasione per ringraziare in primis, le attività commerciali ubicate nella Villa Comunale, per il grande sacrificio fatto nell’attesa della riapertura.
Doveroso ringraziare le ditte che hanno operato e continueranno a farlo, per la celerità con cui hanno eseguito interventi massicci di riqualificazione.
Non in ultimo, ringraziamo tutti i Bovinesi, che pazientemente hanno saputo attendere la riapertura della Villa Comunale.

Da domani riconsegneremo a Bovino e ai Bovinesi, una Villa Comunale più bella, efficiente e sicura, pronta a riaccogliere tutti coloro che vorranno fruirne in sicurezza e nel pieno rispetto dell’infinita bellezza e ricchezza naturalistica che custodisce”.

Commenti

comments

Lascia un commento