ORE 18, IL SOGNO: AL RENZULLI ARRIVANO LE VECCHIE GLORIE CALCISTICHE DI ARIANO


Il cuore del Silvio Renzulli torna a battere. Appuntamento alle ore 18, per non dimenticare. Per rilanciare la vecchia bandiera biancoazzurra. Ariano tornerà per un giorno a respirare e masticare calcio, il calcio che conta. Venti giorni: tanti, sono bastati a Gianni Vigoroso, collega e amico di Ariano Irpino. Aveva promesso di provare un’impresa. Ce l’ha fatta. I suoi sforzi saranno coronati questo pomeriggio, quando sul prato sintetico dell’impianto sportivo del Tricolle torneranno personaggi dal bagaglio calcistico immenso. Arrivano da Vibo Valentia, Parma, Taranto, Troia, Bari, Milano, dalla Sardegna. Ciro Orrero ed Egidio Belfatto da Parma e da Catanzaro; da Terni giungerà la moglie e, con ogni probabilità, anche la sorella di Gigi Iachini oltre al compagno di squadra più caro del grande portiere, Amadeo Amaddeo… (CONTINUA ALL’INTERNO)

Arriverà soprattutto Elia Greco, allenatore simbolo degli anni 80, e con lui Agostino Spica, che portò l’Ariano in serie D, insieme a tutti gli eroi. Ci sarà Sasà Campilongo, ci saranno Giulio Negri, Antonio D’Amato, Angelo Pagliaro, Luigi Iachini, Leonardo Cirillo, Nicola Sicuriello e Vincenzo Cavallaro. Saranno presenti inoltre presidenti e dirigenti che dagli anni 80 ad oggi hanno guidato le varie società, da Saverio Baritono a Vincenzo Graziano, da Gigino  Grasso a Nino Grasso, fino a  Ottavio Cutillo e Gino Roberto.
Circa 60 tra calciatori, tecnici, presidenti e tifosi storici, parteciperanno alla partita amichevole fra vecchie e nuove glorie del calcio arianese. In campo scenderanno, in una gara dal sapore amarcord, tanti nomi che hanno fatto la storia del calcio arianese dal 1980 ai giorni nostri. Da un’idea di Canale 58 e dopo una serie di servizi realizzati da Gianni Vigoroso, il Comune di Ariano ha abbracciato e patrocinato l’evento sportivo rendendolo così istituzionale. Slogan del raduno delle grandi glorie: "Io c’ero, Ariano… tra calcio e leggenda".
"il grande giorno e’ arrivato – spiega Gianni Vigoroso -. C’è un cuore che batte forte allo stadio Renzulli. E’ il giorno del raduno delle grandi glorie del calcio arianese. Sono emozionato, lo ammetto. E’ un sogno e spero di non svegliarmi". Poi, l’appello: "Ora spero che risorga il calcio, il vero calcio, quello di un tempo che ci ha permesso di vivere questo grande sogno. Mi appello a chi potrebbe far risorgere il sogno sportivo quotidiano, qui ad Ariano. Fatevi avanti".
La festa calcistica, prenderà il via con i protagonisti del calcio di domani: i bambini della “SSD Gioventù Calcio Ariano”. Sarà Raffaele Melito, voce simbolo della tv locale dell’epoca Televideo Ariano, a presentare l’evento. La terna arbitrale sarà diretta da Carmine Ciccone. Al termine del match verrà consegnato un medaglione simbolo a tutti i partecipanti ed una targa ricordo alle famiglie dei sette campioni che hanno portato in alto il nome di Ariano. Lo stadio rivivrà i colori biancoazzurri grazie agli addobbi messi a disposizione  da M & Zeta, mentre Sportizzare offrirà la maglietta biancoazzurra ad ogni calciatore.
"Un’iniziativa encomiabile di cui mi sono innamorato sin da subito – ha affermato l’Assessore allo Sport del Comune di Ariano, Luciano Leone -. Colgo l’occasione per ringraziare chi l’ha ideata e quanti stanno offrendo la propria collaborazione anche in termini economici. Sarà di sicuro un grande giorno di festa per la Città di Ariano”. Un caloroso benvenuto a quanti hanno assicurato la loro presenza giungendo in Città da ogni parte d’Italia da parte del sindaco Antonio Mainiero.
Appuntamento alle ore 18 allo stadio Renzulli. Un amarcord, questo, che sia foriero di un auspicio: riportare sul Tricolle i fasti calcistici di un tempo.

Michele Pilla

Il collega Gianni Vigoroso, che ha organizzato l’evento

Il cuore biancazzurro allo stadio Silvio Renzulli

2010-08-08 10:12:00

1

Commenti

comments

Lascia un commento