ORSARA CONTRO IL BULLISMO: ECCO IL PROGETTO LEGALITA’


a cura di Marianna de Mita

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – “L’Istituto scolastico comprensivo di Orsara di Puglia è una bella realtà e non vi si riscontrano fenomeni di bullismo. Per continuare a fare in modo che le cose restino così, è importante dare un supporto a bambini, insegnanti e famiglie nella prevenzione e nell’educazione alla legalità”. E’ il Brigadiere Michele Panella, comandante dei Carabinieri di Orsara di Puglia, a illustrare l’obiettivo degli incontri periodici che egli stesso tiene con gli studenti. Ieri mattina, martedì 5 febbraio, il comandante ha incontrato quasi 200 tra ragazze e ragazzi dell’istituto comprensivo Sacro Cuore di Orsara di Puglia.

Agli studenti, il Brigadiere Michele Panella ha spiegato che è assolutamente fondamentale parlare a genitori o insegnanti degli eventuali fenomeni di bullismo di cui si è vittime o che hanno avuto come bersaglio un proprio compagno. Il problema è stato affrontato anche da un altro punto di vista, quello di chi comportandosi da bullo non sa fare del male a se stesso oltre che agli altri. I carabinieri di Orsara di Puglia sono impegnati da oltre 10 anni in progetti e attività di educazione e prevenzione con la scuola. Il comandante Panella incontra settimanalmente gli studenti. “La loro risposta è molto positiva”, spiega il Brigadiere, “perché siamo riusciti a creare un rapporto basato sulla fiducia e il dialogo”. Secondo una delle ultime indagini realizzate da Eurispes e Telefono Azzurro, in Italia un bambino su quattro è vittima di violenza e il 22% dei bambini spesso viene offeso o preso in giro ripetutamente. Il bullo, infatti, oltre che con la violenza fisica, agisce attraverso prese in giro, insulti, provocazioni, cercando di umiliare e isolare la sua vittima. Meno frequenti sono gli episodi di danneggiamento di oggetti (10,4%), i furti di cibo e oggetti (7,6%), le minacce (5,2%) e il furto di denaro (3,1%). Il progetto incentrato sulla legalità, nell’istituto scolastico comprensivo di Orsara di Puglia, non riguarda solo la prevenzione contro il bullismo ma anche altri aspetti dell’agire sociale e dell’educazione civica come, ad esempio, il corretto comportamento stradale dei ragazzi.

2013-02-06 18:08:51

0

Commenti

comments

Lascia un commento