Orsara: Festa del Vino, il grazie dell’amministrazione. E oggi si continua


Festa del Vino 2014, da tanti definiti una bellissima serata e una delle migliori edizioni. Tanta gente, tanta musica e divertimento mai sfociato in disordine pubblico. Un target nuovo, che ha visto maggiore presenza di giovani rispetto a famiglie, che suggerisce alcune modifiche per renderla ancora migliore per il prossimo anno. E allora è l’ora dei ringraziamenti da parte dell’amministrazione e abbiate un po’ di pazienza perché la lista è davvero lunga, dai vari gruppi ai circa 100 giovani orsaresi impegnati in questa festa.

In primis la Consulta Giovanile Orsarese, impegnata in prima linea da oltre un mese per l’organizzazione. La macchina amministrativa, dagli uffici preposti al servizio d’ordine gestito dai vigili urbani. E ancora le forze dell’ordine, l’Acao e i ristoratori che hanno aderito al percorso, la Polisportiva e la Pro Loco per le attività di tiro con l’arco e visite guidate.
E i gruppi musicali, con i ragazzi di Orsara ECCEZIONALI! Complimenti anche ai Trementisi e al loro gradito ritorno.
E poi Francesco Quitadamo, Dora Buccino e La Spasetta e Michele Pilla per la comunicazione, i ragazzi del servizio d’ordine e i sommelier tutti orsaresi. Rocco Martino per la logistica.

Grazie a Peppe Zullo e Leonardo Guidacci, produttori made in Orsara e collaboratori per la riuscita della festa. Grazie a Promo Daunia e al costante sostegno del GAL. Grazie davvero a tutti.

Abbiamo investito su numeroae risorse umane e collaborazioni, Orsara, attrae e ha un poetico sex appeal in (di) capitanata. Ma non fermiamoci ai singoli eventi. C’è bisogno di collaborazione e di creare condizioni strutturali per vivere e far vivere Orsara, in chiave produttiva e maggiormente continuativa ancora di più. Noi ci siamo o per lo meno vogliamo provarci.

Grazie a tutti e grazie ancora!

Ora sotto con la premiazione del pomeriggio riguardo al concorso dedicato ai vini di Orsara e l’aperitivo in piazza!

pallinoverde GUARDA LA PRIMA PARTE DELLE FOTO!

Commenti

comments

Lascia un commento