ORSARA NEL COORDINAMENTO NAZIONALE DI CITTASLOW


ORSARA DI PUGLIA (Fg). L’Assemblea di Cittaslow ha confermato il posto di Orsara di Puglia nel nuovo Coordinamento Nazionale della “rete delle città del buon vivere”. Il ‘Paese dell’Orsa”, l’unico della Puglia a essere presente nell’importante organismo composto dai delegati di 16 comuni italiani, sarà rappresentato da Mario Simonelli, consigliere comunale e capogruppo di maggioranza all’interno del Consiglio comunale orsarese.

Sono 72 le “Cittaslow” d’Italia e, tra queste, tre sono pugliesi: Cisternino, Orsara di Puglia e Trani. La “rete delle città del buon vivere” è nata nel 1999. Tredici anni fa, il fondatore di Slowfood, Carlo Petrini, assieme ai sindaci di Bra (Cuneo), Orvieto (Terni), Positano (Salerno) e Greve in Chianti (Firenze), fondò un movimento che nel frattempo ha assunto una dimensione internazionale e di cui oggi fanno parte 80 Paesi del mondo. Obiettivo di questa rete è quello di difendere le produzioni agroalimentari e la cultura autoctone in un modello che mira a migliorare la qualità globale della vita, attraverso il cibo, la cultura e il sociale, l’urbanistica, l’ambiente, l’energia, i trasporti, il turismo, il mondo agricolo e la formazione dei giovani. A Orsara di Puglia, il marchio e la certificazione di “Cittaslow” sono stati riconosciuti nel 2007.
IL CACIORICOTTA COME PRODOTTO DISTINTIVO. Tra le peculiarità gastronomiche orsaresi (uno dei parametri per essere promossi dalla rete è proprio l’eccellenza delle produzioni tipiche e l’efficacia delle politiche attuate per valorizzarle), un posto d’onore lo merita certamente il cacioricotta caprino di Orsara di Puglia, riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali come prodotto distintivo della Comunità Orsarese. Il latte necessario alla realizzazione delle caratteristiche forme di cacioricotta, con la tipica forma “a pera”, è ricavato dal più grande allevamento caprino della provincia di Foggia. Il cacio ricotta è un formaggio stagionale, tenero, con proprietà organolettiche di eccezionale rilievo per un’alimentazione sana e corretta.
CLUB DI PRODOTTO E ASSOCIAZIONI DI CITTA’. Uno degli altri parametri da soddisfare per essere annoverati tra le “Cittaslow” è l’appartenenza a club di prodotto e l’associazione con altri comuni come strumento di sviluppo condiviso. Orsara di Puglia è tra i fondatori del Distretto Agroalimentare del Tavoliere e del Dare, il Distretto Agroalimentare Regionale della Puglia. Il Comune di Orsara, inoltre, ha dato vita a diversi progetti per valorizzare un paniere di tipicità che comprende pane, olio, conserve, ortaggi, pasta fresca, vino, miele, formaggi e salumi.
LA PROMOZIONE DELL’AGROALIMENTARE DI QUALITA’. Nell’arco dell’anno, sono molti gli appuntamenti che Orsara di Puglia dedica all’enogastronomia. I più importanti sono la Sagra dell’Asparago; la Galleria Enogastronomica Orsaresecon la Festa del Vino, giunta alla sua venticinquesima edizione; l’“Appuntamento col cinghiale”, kermesse enogastronomica che va in scena in ottobre e vede la collaborazione tra lo chef orsarese Peppe Zullo, il Comune di Orsara di Puglia e il movimento Slowfood. Anche la tradizionale festa dei “Fucacoste e cocce priatorije”, celebrata ogni anno nella notte di Ognissanti, costituisce un importante momento di esplorazione del gusto e delle tipicità orsaresi.

2012-10-01 13:17:35

5

Commenti

comments

Lascia un commento