Ottima notizia! È tornato a casa Bruno Riccio, il ciclista arianese che finì in coma dopo una brutta caduta sulla SS90 a Tre Confini

«Finalmente a casa dopo tre lunghissimi ed interminabili mesi, sto bene, ringraziando Dio, sono felice.»

È quanto racconta il ciclista arianese Bruno Riccio ai microfoni di Gianni Vigoroso per Ottopagine.it. Bruno finì in coma dopo una brutta caduta con la sua bici lungo la statale 90 delle Puglie, alla località Tre Confini di Savignano Irpino, nel giorno del suo compleanno, la mattina del 9 febbraio scorso.

«Mia moglie mi ha portato almeno un migliaio di saluti, messaggi di parenti ed amici. Ha dovuto scriverli perché non poteva ricordare tutti i nomi».

Era accanto al cancello di un’abitazione, sul ciglio della strada. Fu una donna, allertata dai cani, a sentire un forte lamento e a lanciare subito l’allarme.

«Non ricordo nulla di quel giorno, dalla mia mente si è cancellato tutto…

» CONTINUA A LEGGERE SU OTTOPAGINE

Commenti

comments

Lascia un Commento