POSTE ITALIANE OMAGGIA PIETRAMONTECORVINO


PIETRAMONTECORVINO (Fg) – Un’intera giornata per riflettere sui 150 anni dell’Unità d’Italia. Oggi, mercoledì 11 maggio, la Settimana Identitaria sarà aperta da un’occasione-evento anche per i collezionisti: dalle ore 10, nello stand di Piazza Municipio, Poste Italiane presenterà l’annullo filatelico speciale dedicato a Pietramontecorvino e alla celebrazione tricolore. Il disegno sul timbro è opera di una professionista manfredoniana, Maria Grazia Di Gennaro, che ha realizzato per il Comune di Pietramontecorvino anche la cartolina sulla quale sarà impresso l’annullo. 

Sempre alle ore 10, nel Centro Visita multimediale, apriranno i battenti le mostre ospitate nella Torre Normanna. Alle 17.30, nella Sala dello Stemma del Palazzo Ducale, l’incontro con gli autori Franco Arminio, Raffaele Iannantuono e Giovanni Dello Iacovo. Franco Arminio – poeta, scrittore e regista irpino – è stato definito da Roberto Saviano come “uno dei poeti più importanti di questo Paese, il migliore che abbia mai raccontato il terremoto che lo ha generato”. Raffaele Iannantuono, scrittore di Pietramontecorvino, è l’autore di “Sciàmbule”, il libro che riscopre un’antica pratica culturale in uso in diversi paesi dei Monti Dauni, i canti in rima con cui le donne, facendosi dondolare sulle altalene, potevano raccontare liberamente i loro sentimenti. Giovanni Dello Iacovo, giornalista, è l’autore di “Giorgio Napolitano. Unità d’Italia e Mezzogiorno”, edito da SUDEST edizioni. Un libro in cui le riflessioni del Presidente sono rilette, sistematizzate, per fare emergere in tutto il suo spessore il rigore culturale, la vena pedagogica e la straordinaria lucidità con cui il capo dello Stato promuove un uso pubblico della storia come enzima per la definitiva modernizzazione dell’Italia. Il programma “tricolore” si chiuderà alle 21.30 con la proiezione di “Noi credevamo”, film di Mario Martone trionfatore ai David Di Donatello con una storia che rilegge pagine poco conosciute del Risorgimento.

2011-05-11 13:48:44

2

Commenti

comments

Lascia un commento