PROVERBI ORSARESI: Il risparmio

Novità sensazionale: abbiamo trovato (grazie a Lello di Manfredonia) una serie di proverbi orsaresi! Fantastici: tutti da leggere. Questi sono proverbi dedicati al risparmio.

pallinoverde Mitt i solde sott’u matone
(Conserva i soldi sotto il mattone)

pallinoverde Pe mantenè bbone a case ogn’anne ce dà nu uase
(Per comservare bene la casa, ogni anno le devi dare un bacio)

Acene àcene, se fa a màcene Ad acino ad acino, si raccoglie per la pigiatura
A mangiate Patracche, à mangiate pane, cepolle e acque; nn’u decèssene cchiù i vecine ca Patracche se mange cocce de ialline; tuocche sta cape d’aglje, a tate, ca s’a mange Patracche dumane matine Ha mangiato, Patracche, ha mangiato pane, cipolla ed acqua; non lo dicano più i vicini che Patracche mangia teste di galline; tocchi questa testa d’aglio, a papà, che la mangia Patracche domani mattina
A nt’ò live e nne ce ne mitte, quante vaje ce truove nitte Dove togli e non metti, quando vai trovi pulito
ciente poche fanne assaje Cento pochi fanno molto
E mò faje case a tre selare! Ed ora fai casa con tre solai!
E’ sparagnà quante tiene e nnò quante nne tiene Devi risparmiare quando hai e non quando non hai
L’uoglje p’addore e u sale pe sapore L’olio per odore ed il sale per sapore
Mìtte a chiave a casce quante stà a rasce! Metti la chiave alla madia quando c’è l’abbondanza
Mìtte i solde sott’u matone Conserva i soldi sotto il mattone
Nne mangià pe nne cacà Non mangiare per non cacare
Nne mettenne maje troppa carne a coce Non mettere mai troppa carne a cuocere
Nne te fermanne maje a prima taverne Non ti fermare mai alla prima osteria
Nne te mangianne maje tutte quille ca tiene non ti mangiare mai tutto quello che hai
Pe mantenè bbone a case ogn’anne ce dà nu uase Per comservare bene la casa, ogni anno le devi dare un bacio
Sàbete e code e dumèneche a sarache Sabato la coda e domenica l’alice
Sparagnà e cumbarì Risparmiare e fare bella figura
Stipe ca truove conserva che trovi
Stipe sierpe ca truove anguille Conserva serpenti che trovi anguille
U meglje uadagne jè u sparagne Il mioglior guadagno è il risparmio
U poche abbaste, u saje fenisce Il poco è sufficiente, il molto finisce
U sparagne nen’è guadagne Il risparmio non è guadagno
Vennute, fenute Venduto, finito
Ze Pasquale Vellagge, mangiave pane tuoste pe cumpanagge Zio Pasquale Villaggio, mangiava pane duro per companatico

2006-11-29 15:29:16

Commenti

comments

Lascia un Commento