RADIO KAOS ITALIS – LA PRIMA RADIO DI SORDI E PER SORDI

Radio Kaos Italis – La primma radij d li surd e p li surd

Radio Kaos ItaLis è la prima radio di Sordi e per Sordi, un progetto unico in Italia e nel mondo. Un’idea che sembrava impossibile. E invece questo progetto, creato dall’Associazione culturale Radio Kaos Italy e nato quasi per caso, ha iniziato a svilupparsi in modo sempre più concreto. Un progetto che si prefiggeva un obiettivo: quello di eliminare una barriera all’interno del mondo della comunicazione. “Regalando” la radio – strumento per antonomasia per gli udenti – ai sordi si dimostra infatti che è possibile oltrepassare ogni limite. E così, lavorando molto duramente, con passione e divertimento, siamo riusciti a portare la montagna da Maometto. Non solo radio, però: da questo esperimento sono nate altre due creature.
La prima è Lissa la notizia, un videogiornale satirico in Lis – Lingua dei segni italiana, la lingua dei sordi, che peraltro in Italia non è riconosciuta come lingua ma come linguaggio. E poi c’è LISpresso, un giornale cartaceo con una redazione interamente composta da sordi – anche questa è cosa rara, nel nostro Paese.
Il nostro obiettivo principale è l’abbattimento delle barriere: far capire alle persone che la comunicazione tra Sordi e udenti non solo è possibile, ma è una cosa naturale.
Vogliamo che finalmente, anche nel nostro Paese, la Lingua dei Segni italiana venga ufficialmente riconosciuta. E così, portiamo avanti la battaglia per la Lis e abbiamo organizzato e organizzeremo diverse serate di promozione. Anzi, abbiamo più volte dimostrato – a seguito di alcuni eventi realizzati – che non c’è bisogno di integrazione, perché quella esiste. Quello che urge è una rivoluzione dal punto di vista normativo: in primis, riconoscere la Lingua dei Segni italiana come lingua a tutti gli effetti, com’è già considerata in tanti paesi del mondo
Le barriere tra Sordi e udenti esistono solo nella mente di chi se le crea. La sordità è un handicap invisibile, ma pur sempre un handicap, che però non deve trasformarsi in motivo di divisione.
Anche la più insormontabile delle montagne è stata scalata. Anche il più immenso dei viaggi è stato affrontato. Solo le barriere che sono nella testa degli esseri umani, quelle no, non trovano abbattimento. E a noi queste barriere proprio non piacciono.
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, tramite lettera ha espresso il suo più vivo apprezzamento per questo progetto, ribadendo che “la disabilità rappresenta una potenziale ricchezza nella dimensione dell’etica e dei sentimenti; essa può insegnare molto non solo a chi la subisce, non solo ai familiari ma può nutrire moralmente chi si dedica a queste come ad altre fasce più deboli della società”.
Ecco l’articolo: http://www.radiokaositaly.com/?p=7417
Il quotidiano Repubblica ci ha dedicato un articolo sul sito:
http://www.repubblica.it/solidarieta/volontariato/2012/03/28/news/ragazzi_sordi_fanno_la_radio_un_esperienza_unica_in_italia-32357046/
Il Mei, Meeting etichette indipendenti (che raduna tutte le produzioni discografiche indipendenti italiane alla Fiera e al Palazzo delle Esposizioni di Faenza), ci ha premiati come la webradio dell’anno 2012.
Siamo recentemente apparsi a Roma Uno Tv, ospiti della trasmissione “Roma città aperta” (in data  16 aprile 2012), nel corso della quale abbiamo illustrato il nostro progetto (LEGGI QUI).
Un progetto che si articola su un obiettivo di primo piano: l’integrazione totale tra Sordi e udenti e l’abbattimento di tutte le barriere comunicative e sociali. Premesso ciò, si evince la peculiarità del nostro lavoro, che consiste nel portare persone sorde in ambienti generalmente frequentati soltanto da udenti e in settori della comunicazione che fino a oggi erano loro preclusi.

2012-09-06 12:24:15

Lascia un Commento