RIFIUTI, A PUSTARZA SOLO QUELLI IRPINI E NON VERRA’ ALLARGATA


Un vertice a palazzo Santa Lucia per parlare di Pustarza. Risvolti positivi sono emersi, ieri, dall’incontro tra il sindaco di Savignano, Oreste Ciasullo, e l’assessore all’Ambiente della Regione Campania, Giovanni Romano. Da quanto è emerso, a Pustarza saranno conferite solo le quantità di rifiuti previste in progetto, ovvero circa 900 mila tonnellate. L’ampliamento dell’impianto fino al 15% deve intendersi esclusivamente come abbattimento dei profili.

Il livello dei rifiuti, dunque, può essere abbassato e quindi le vasche esistenti potranno accogliere ancora 15 per cento in più di rifiuti.
Soddisfazione, ovviamente, è stata espressa da Ciasullo: "L’incontro con l’assessore Romano è stato proficuo – ribadisce il primo cittadino di Savignano -. Dovevamo capire cosa si volesse fare realmente della discarica, dopo le tante voci sulle difficoltà a smaltire i rifiuti di Napoli. Posso dire che non cambierà niente per Pustarza. Si andrà avanti nella realizzazione della quarta vasca e si conferiranno i rifiuti indicati nel progetto originario. L’assessore ha sostenuto che non si apriranno altre discariche sul territorio regionale, almeno per un anno e mezzo e sicuramente il nostro territorio non rientra in alcuna ipotesi. Ci sono tutte le condizioni per affrontare le emergenze. Pustarza continuerà ad accogliere solo i rifiuti della provincia e la quota di solidarietà per le altre province; se tecnicamente il livello dei rifiuti potrà essere abbassato, si porterà a termine anche questa operazione, che è comunque prevista nel progetto originario".

2011-04-23 09:57:32

0

Commenti

comments

Lascia un commento