Riflessione in memoria dei caduti di tutte le guerre


Oggi, 4 novembre 2011, l’Italia rende onore ai caduti italiani di tutte le guerre, necessarie per la difesa della Patria e dell’Unità nazionale. Si celebra in questa data l’armistizio che nel 1918 pose fine alle ostilità tra l’Italia e l’Austria-Ungheria, nell’ambito della 1a guerra mondiale, e si concluse sul campo con la vittoriosa offensiva di Vittorio Veneto. Una vittoria frutto della dedizione, del sacrificio e dell’unità del popolo italiano.

Ma anche un evento sanguinoso, che costò la vita a 689.000 italiani mentre 1.050.000 furono i mutilati e i feriti: cifre che devono far riflettere, numeri da ricordare.

Naturalmente, Montaguto.com partecipa a questa ricorrenza. Quest’anno, però, a Montaguto non ci sono state manifestazioni pubbliche.

Il pensiero va a tutti quei beceri individui che gettano nel fango la memoria di chi ha lottato affinché l’Italia fosse unita – leggi, i padani. Di fatto, un popolo che non esiste, ma che riesce a infangare con deliri e illazioni di secessione il sacrificio di tanti soldati italiani che hanno dato la propria vita.

Come dice il buon Pietro De Michele, direttore del giornale di Panni “Il Castello”, non passa lo straniero… ma neanche l’italiano che vive in Italia come tale! E allora commemoriamo tutti i caduti montagutesi di tutte le guerre.

Martedì 9 agosto 2011 – Il Vice Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa e Comandante della Divisione “Acqui”, Gen. di Divisione Rosario Castellano, insieme al Sindaco Giuseppe Andreano e al Colonnello Augusto Candido, depone una corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti, sito nel parco della Rimembranza.

2011-11-04 21:12:51

Commenti

comments

Lascia un commento