RIORDINO PROVINCE, PUGLIESE: ‘PASTICCIO DEL GOVERNO, SERVE ASSEMBLEA COSTITUENTE


a cura di Lucia Cafazzo

“Il decreto sul riordino delle Province e Capoluoghi, così com’è stato concepito è incostituzionale. Il Governo ha evidentemente capito del pasticcio fatto. Inoltre lo schieramento vigile di Parlamentari pronti a non votare la conversione in legge in Commissione ed in Aula, sembra stia causando una marcia indietro dell’esecutivo sull’iter del provvedimento.”
E’ quanto ha dichiarato l’On. Marco Pugliese, Parlamentare di Grande Sud e membro della VI Commissione Finanze di Montecitorio, al termine della riunione della componente politica presso la Camera dei Deputati.
“L’esecutivo – ha aggiunto Pugliese –, per quanto tecnico, non può adottare interventi di revisione sporadici e di limitata portata poiché il Paese necessita di avviare una grande stagione di riforme. Infatti, questo provvedimento, che dovrebbe modificare in parte l’assetto ordinamentale della nostra nazione, ha suscitato non poca confusione e se a questo aggiungiamo i tanti ricorsi al TAR fatti dalle Province accorpate e dai Comuni Capoluoghi accorpati, l’unica strada percorribile sarebbe quella di rinviare la riforma. Piuttosto, – ha concluso Pugliese – si dovrebbe pensare alla creazione di un’Assemblea Costituente, da eleggere in seno al Parlamento, esclusivamente al fine di riscrivere le regole costituzionali ed apportare modifiche tali da incidere sul complessivo assetto ordinamentale del nostro Paese, separando la sede istituzionale del confronto politico, da quella destinata a ridiscutere il modello costituzionale.”

2012-11-22 17:59:11

2

Commenti

comments

Lascia un commento