SARDEGNA RALLY RACE, SI PARTE: ECCO IL VIDEO DELLA TAPPA DI IERI!


PORTO CERVO – Si comincia! I piloti del Sardegna Rally Race sono ai blocchi di partenza. Tra loro, il nostro Alfredo Procaccini, in gara con una Ktm 350 2 tempi. Forte delle esperienze fatte in Egitto lo scorso anno e a Dubai ad aprile, Alfredo è ripartito per questa nuova avventura, terza tappa del Campionato del Mondo Cross Country Rally. I piloti si sono ritrovati ieri sulla banchina del Porto Vecchio di Porto Cervo. Come riporta il sito ufficiale della manifestazione, i due protagonisti di punta, Marc Coma e Cyril Despres, hanno fatto la pace.

Il duello tra i due fuoriclasse, esteso al di fuori della pista per quasi due anni, è tornato nella dimensione sportiva. Accade solo al Sardegna Rally Race. 71 piloti, dei 74 iscritti, superano lo scoglio formale delle operazioni preliminari. Tra di essi, il nostro Alfredo. Il paddock brulica di aspettative, di "candidature", di tesi fino a ieri utopistiche ed ora appartenenti al mondo reale. Marc Coma e Cyril Despres, e perché no Helder Rodrigues o Przygonski, o uno dei duellanti che dividono il tifo "nazionale", Matteo Graziani o Andrea Mancini? Ma siamo ancora nel "materialismo" moderno della cronaca. 
Come detto, si parte dalla perla della Costa Smeralda, Porto Cervo, per poi proseguire per una cinque giorni mozzafiato che terminerà solo il 1 giugno dopo quasi 1.700 km.
Stephane Peterhansel si presenta ai tavoli delle verifiche, un brivido. Un attimo dopo ecco Cyril Neveu, quindi Franco Picco. Altri brividi. Che Picco possa presentare il conto e prendersi la rivincita sulla storia? Franco Minimizza: è qui solo per non perdersi un’occasione. Neveu, il primo recordman della Dakar, sorride ed ironizza: "Alla mia età di sicuro non sarebbe logico prendere dei rischi, andare forte e ritrovarmi qualcuno che arriva in senso contrario perché ha sbagliato strada! No, sono qui per divertirmi e per godermi la Sardegna e l’ambiente". Eppure Cyril, cinquanta e passa, è in uno stato di forma invidiabile. E poi, il talento non invecchia. L’equazione lo "abilita" ai 1.500 km d’inferno e di navigazione del Sardegna Rally Race. Rischia di non tornare, invece, il conto di Peterhansel. Nove Dakar nel suo "libro dei record". Dopo le sei vittorie in moto ha raddoppiato le ruote, ma non ha perso il vizio. Nella hall del Colonna Pevero (Country) si sbarazza del profilo che si vorrebbe affibbiargli e sintetizza: "Impossibile pensare di poter essere sui livelli di velocità, navigazione e tecnica di Coma o di Despres. Mancano gli anni e la condizione fisica. Perché in Sardegna? Perché mi piacciono l’Organizzazione, le piste dell’Isola e l’atmosfera del Rally. Eppure non quadra: "Peter" ha scelto una 250 (che fosse Yamaha era una certezza), e la sua compagna Andrea Mayer (l’indimenticabile Angelo delle sabbie delle Dakar troppo dure per una donna) ha curato personalmente la preparazione de marito: esercizio fisico, alimentazione, tecnica e programma di allenamenti. No, non torna, fosse soltanto perché è bello sognare: Stephane non ha mai fatto una cosa a metà. Si è defilato troppe volte e troppe volte è tornato, e sempre per riconquistare quel numero 1 per un decennio impossibile da scollare dalla sua tabella. Forse non vincerà, forse, ma di sicuro non sarà passato dal Sardegna Rally Race per una vacanza in Costa Smeralda.
La prima tappa "taglia" il Monte Limbara, sfiora il Mediteraneo e cala giù verso Capo Caccia, per congiungersi alla prima mèta del Sardegna Rally Race: Porto Conte. Da Porto Cervo sono più di 300 chilometri, con dentro due prove speciali per "acclimatarsi": 70 e 40 Km.
Questo l’elenco del piloti:
Marc Coma, Andrea Mancini, Helder Rodrigues, Jakub Przygonski, Jacek Czachor, Jordi Viladoms, Frans Verhoeven, Matteo Graziani, Manuel Lucchese, Paolo Ceci, Alex Zanotti, Stephane Peterhansel, Mauro Uslenghi, Alexander Garbacea, Paolo Pettinari, Cyril Neveu, Enzo Campione, Bruno da Costa, Silvia Giannetti, Fabrizio Mugnaioli, Serena Ghione, Alfredo Procaccini, Andrea Mayer, Paolo Michelotti, Luis Calderay, Lorenzo Dall’Oca, Stefano Fasani, Ruben Ballesteros, Giulio Napoli, Romano Caviglia, Claudio Mameli, Thomas Bourgin, Stefano Frassini, Giovanni Ronzoni, Enrico Pella, Andrea Gallo, Fabrizio Berrini, Mariano Lorenzetti, Paola Riverditi, Diocleziano Toia, Luigi Martellozzo, Vicente De Benedictis Neto, Marco Colzani, Alessio Farinello, Alexei Naumov, Cyril Despres, Marek Dabrowski, Ruben Faria, Luca Manca, Oscar Polli, Federico Ghitti, Franco Picco, Javier Rodriguez, Alessandro Masoni, Stefano Turchi, Pedro Pentate, Garry Connel, Filippo Ciotti, Glauco Ciarpaglini, Luca Tavernari, Marcel Butuza, Emanuel Gynies, Dimitry Pavlov, Camelia Liparoti, Norberto Cangani, Roberto Barbieri, Fulvio Barbieri, Antoine Lecomte, Laurent Duverney Pret, Fabrizio Pagani, Claude Vincent, Mauro Almeida, Mohammed Al Shamsi.
Si ringrazia Piero Batini, dell’Ufficio Stampa Sardegna Rally Race

2011-05-28 15:47:35

0

Commenti

comments

Lascia un commento