SAVIGNANO, DUE ASSOCIAZIONI IN CAMPO PER SENSIBILIZZARE SCUOLE E ISTITUZIONI


Ecco un pezzo dell’amica Lucia Cafazzo, pubblicato qualche giorno fa sul portale Cittadiariano.it. "L’Associazione U.N.A. (Uomo-Natura-animali) e l’Associazione CROMOSOMA X di Savignano Irpino, che già in passato hanno avuto alcune esperienza di collaborazione, si sono fuse, diventando un’unica mportante forza. La prima, capofila della rete, da anni opera sul territorio occupandosi principalmente della tutela e salvaguardia dell’ambiente naturale e dell’assistenza e tutela degli animali.

Gestisce il Rifugio per Cani abbandonati del Comune di Savignano Irpino e si prende cura dei cani di quartiere. L’Associazione, attraverso l’attenzione verso gli animali, è diventata negli anni un “polo di attrazione” per persone variamente svantaggiate, sensibili verso tali problemi, ed ha così potuto offrire loro un’importante occasione di socializzazione ed impegno. Recentemente il campo di intervento si è allargato al settore della sensibilizzazione alle tematiche animaliste ed ambientali nelle scuole di ogni ordine e grado ed alla formazione di volontari. L’associazione giovanile di volontariato “CROMOSOMA X” che ha finalità di solidarietà sociale, umana, civile e culturale, nasce dal bisogno di creare punti di aggregazione sul territorio, in particolare per i giovani, ad oggi inesistenti. Nei mesi di luglio e agosto 2010 ha gestito la LUDOTECA di Savignano coinvolgendo bambini di età scolare e prescolare, raggiungendo un numero considerevole di iscritti. Le due associazioni hanno sentito forte il bisogno di unire le proprie forze e competenze e, in collaborazione con altri enti, in particolare le scuole del territorio, si pongono come obiettivo:1)  L’educazione dei giovani, per far emergere in loro il senso di solidarietà insito in ogni essere umano per tradurlo poi in atti concreti ed in particolare per finalizzarlo alla promozione e alla crescita educativa e culturale propria e a quella del proprio territorio. Un percorso comune dunque che porterà di sicuro i suoi frutti nella valle del Cervaro e non solo. 2) Il coinvolgimento di soggetti più svantaggiati, con problematiche sociali, economiche e familiari. Tutto questo potrà avvenire solo lavorando in gruppo, spendendo in modo sano il proprio tempo libero, svolgendo attività che possano educare e divertire allo stesso tempo, cooperando solidalmente con i più deboli e indifesi. La combinazione di due elementi comuni e indispensabili alle due Associazioni, educazione dei giovani e tutela dell’ambiente, caratterizzano la rete. Elementi inscindibili e imprescindibili per una crescita sana, per l’integrazione in una società in continuo mutamento, per l’ampliamento e il rafforzamento di un gruppo, per l’inserimento, tramite il loro coinvolgimento, di ragazzi con scarse possibilità di crescita culturale, comportamentale ed educativa. Il fine ultimo che la rete si propone di raggiungere è quello di non disperdere o fuorviare solide e positive energie in vista di future e durature collaborazioni a progetti comuni. L’Associazione U.N.A. assume il ruolo di coordinatrice del progetto e, in qualità di capofila della rete di tutte le incombenze di ordine amministrativo-contabile previste dal bando. Inoltre, grazie alle conoscenze dei suoi volontari dell’ambiente naturale del territorio, condurrà le escursioni finalizzate alla ricerca e allo studio delle proprietà delle erbe tipiche del luogo, nonché alla ricerca ed alla raccolta degli “elementi della natura” indispensabili al Laboratori artistico, di giornalismo e del benessere.

Lucia Cafazzo
Cittadiariano.it

L’amica Lucia Cafazzo, autrice dell’articolo

2011-02-22 14:48:54

1

Commenti

comments

Lascia un commento