SERIE B | Oggi alle 17.30 il posticipo Pescara-Foggia. Stroppa: «Gara speciale e delicata, non vediamo l’ora di iniziare»

«Non sarà una partita come tutte le altre ma finalmente scenderemo in campo.» Suona la carica il tecnico foggiano Nino Stroppa, alla vigilia del match di Pescara che si giocherà questo pomeriggio alle ore 17.30 allo stadio Adriatico.

«Finalmente si inizia, la preparazione è stata lunghissima, finalmente si può giocare, abbiamo bisogno delle partite, quelle vere – ha affermato l’allenatore rossonero in conferenza stampa ieri mattina -. La rosa è competitiva come lo era l’anno scorso, ho mantenuto l’ossatura perché era giusto così. Questo gruppo ha delle qualità tecniche importanti. L’aspetto più importante è il gruppo, grazie a questo abbiamo vinto un campionato l’anno scorso. Il gruppo sopra ogni cosa.»

Prosegue Stroppa: «Noi abbiamo un vantaggio rispetto alle altre squadre. Qui vedo entusiasmo, feeling, ho nella testa la fotografia dell’ultimo periodo della scorsa stagione. Sia qui allo Zaccheria, con la società, con lo spogliatoio, con i tifosi, si è creato uno zoccolo, un feeling. Mi auguro si cavalchi l’onda di questo entusiasmo.»

Una gara importante per Stroppa, quella di domani: «Pescara in A con me in panchina? È passato tanto tempo, li ho affrontati con lo Spezia, abbiamo già rotto il ghiaccio. Mi sono dimenticato Pavone, che rimane nella mia memoria e riconoscenza. Ritrovarli da avversario fa strano.»

Un pensiero a Franco Mancini è inevitabile: «Di lui ho un ricordo indelebile che va oltre il calciatore. Domani sarà una partita che tocca perché Franco faceva parte del mio gruppo a Foggia, ed era nello staff di Zeman a Pescara. Sarà una partita strana perché incontro una persona che mi ha dato tanto sotto l’aspetto umano, parlo della sua sensibilità. Mi ha dato tanto Zeman, la città, la piazza. Sarà una partita non come le altre, ma fa parte del gioco. È bello confrontarsi, venite allo stadio e vi divertirete.»

Non crede a un inizio difficile, il tecnico lombardo: «Di sicuro è un calendario importante, difficile. Mi piacerebbe iniziare bene, potrebbe darci uno slancio importante. Il Foggia arriva bene alla gara, gli allenamenti fatti qui allo stadio ci sono serviti. Vedo la squadra pronta, sveglia, che non vede l’ora di scendere in campo, siamo pronti. Non modificheremo la nostra tattica contro Zeman. Lavoreremo sulle loro debolezze.»

Un commento sui tifosi: «Sono molto contento, sono sicuro che se ci fosse la possibilità riempiremmo gli stadi. Sono felice che le due curve abbiano unito le forze e che ci sia un bene comune che si chiama Foggia.»

Commenti

comments

Lascia un Commento