SETTIMO COMPLEANNO DEL SITO: QUEST’ANNO POCHI FESTEGGIAMENTI


di Michele Pilla

Oggi, 11 settembre 2013, ricorre il settimo compleanno di Montaguto.com. Un compleanno che non festeggeremo, quest’anno. O magari lasciamo che siate voi a farlo. Troppa acqua sotto i ponti, o meglio, "p C’rvar", è passata da quel lontano 2006. Troppe immagini oggi appaiono sbiadite, quasi in bianco e nero. Siamo partiti in tre, o meglio, sono stato chiamato a realizzare questo sito da due persone, che all’epoca frequentavo ma non erano per me ancora le persone che sarebbero diventate.

Parlo di Massimo Di Pasquale e Antonio Ricci. Nell’agosto di quell’anno avevano realizzato un discreto archivio fotografico del paese. Volevano metter su anche un forum con cui far tenere in contatto tutti i montagutesi. Un’idea meravigliosa. Considerate che all’epoca Facebook era agli albori, in America, mentre in Italia ancora non si conosceva.

E così, a casa di Massimo, di buona lena lavorammo all’impostazione di un sito. Antonio diede l’idea del dialetto. Fu un’esperienza stupenda. Approfittammo poi della Notte Bianca di Roma per stare tre giorni a casa di Antonio, fare altre foto e video. Il lunedì, stanchi e sfatti dalle nottate che avevamo trascorso, decidemmo di partire ufficialmente. Nasceva così Montaguto.com, un viaggio fantastico durante il quale avremmo conosciuto un sacco di persone e saremmo stati conosciuti anche noi da tanti altri.
Sette anni dopo, mi ritrovo a guardare questa creatura che ha dato gioia a tanti e creato problemi ad altrettanti, ha fatto ridere, ha fatto riflettere, ha fatto incazzare. Una creatura di cui si è tanto discusso. Oggi non so più cosa essa rappresenti per me. E’ da qualche anno che il viaggio di quei tre – che avevano deciso di chiamarsi Mi.Dra.Max. Production – va a singhiozzo. Ed è da un anno che, personalmente, si è interrotto. Qualcosa si è deteriorato. Logico, il tempo a volte aiuta e a volte corrode.
Con Antonio Ricci il rapporto si è smaterializzato – questioni personali, non me ne vogliate se non ne parlo (e non mi interessa se continuano a fischiarmi le orecchie) ((e già so che continueranno a fischiare, ovviamente a distanza)).
Con Massimo no, ahimè continuo a sopportarlo – nonostante sia juventino! ( 😀 ).
E poi sono subentrate Monica e Marianna de Mita, che forse ci hanno creduto come e più di noi. Senza di loro avrei mollato, lo dico senza pudore. Mi hanno convinto a tenere in piedi la baracca. E mi hanno confortato in momenti difficili, come due sorelle! Il mio grazie per voi non sarà mai abbastanza grande. E mi fanno schifo tutte quelle persone che parlano male di voi. Purtroppo sono solo dei senza palle, che sanno di non potersi misurare con voi. Si chiama complesso di inferiorità, non è colpa loro!
Voglio dire grazie anche a Minguccio Del Core, forse il fan più accanito del sito. Montaguto.com mi ha dato l’onore di poterti conoscere, e già solo questo vale il prezzo di tutto ciò. Mingu, tu sì mundautes: tien la scorza tost! Keep on fightin’! E grazie per tutte le belle parole che hai speso, e soprattutto per le cazziate: mi sono servite! Continua a farmele quando vedi che sbaglio!
Ho rischiato tanto, per questo sito. Mi sono buscato imprecazioni, velate minacce e sono arrivato molto vicino a delle querele. Avrei potuto farne qualcuna anch’io, ma non ne valeva la pena. Ho detto cose brutte, me ne hanno detto di peggio. Ho buttato letteralmente il sangue e tutto senza che mi entrasse niente in tasca.
Il peso di questi sette anni comincio a sentirlo. Di certo l’entusiasmo è sbiadito, consumato. Montaguto continuerà a esistere, come anche questo sito. Non so se sarò io a portarlo avanti. Non voglio saperlo.
Oggi è giusto che si celebri il sito. Niente festeggiamenti, però, non da parte mia. Non stavolta. Ogni anno arriva il momento fisiologico in cui mi vien voglia di mollare. Forse non lo farò neanche stavolta ma, se dovesse succedere, tenete a mente una cosa: non è per voi. Anzi, siete voi che mi fate desistere e resistere.
Buon compleanno, Montaguto.com. E un abbraccio a voi tutti!

2013-09-11 00:57:03

7

Commenti

comments

Lascia un commento