SPECIALE ELEZIONI | Marcello Zecchino nuovo sindaco di Montaguto: «Emozione forte, felice di riprovarla»


«Un’emozione molto forte dopo una giornata stancante e molto stressante. Sono felice di riprovarla dopo 12 anni». Così ai microfoni di Montaguto.com il neo sindaco di Montaguto, Marcello Zecchino, che nel 2004 aveva ultimato il suo secondo e ultimo mandato da primo cittadino (sindaco più giovane d’Italia, all’epoca).

Su 323 schede scrutinate, 50 sono stati i voti di scarto: 183 voti (162 con preferenza e 21 senza) per la lista di Zecchino, “Un ponte per il futuro”, 133 voti (117 con preferenza, 16 senza) per “Impegno per Montaguto” di Angela Restieri e 3 per “Lista Civica per Montaguto” di Mauro D’Alessandro.

Questa la composizione del Consiglio Comunale: sindaco Marcello Zecchino, Nico De Luca, Orazio Anzivino, Angela Katy Sciarappa, Maria Schiavone, Pietro Giuseppe Cifaldi, Claudio Cifaldi e Fedele D’Alessandro. Angela Restieri, Bruna Bruno Eura e Bruno Pignatiello all’opposizione.

Le urne si erano chiuse, come in tutta Italia, alle ore 23, con 323 montagutesi che avevano espresso il proprio voto su 508 totali (compresi i montagutesi all’estero iscritti all’Anagrafe Italiana Residenti Estero). Una percentuale del 68,57%, con 159 donne e 164 uomini.

In una sala comunale gremita all’inverosimile, tanta gente ha preso parte agli scrutini, così come hanno potuto partecipare virtualmente i tantissimi montagutesi collegati sul sito Montaguto.com, che ha fornito in tempo reale i dati aggiornandoli ogni due minuti.

Un primato, quello di Zecchino, mai in discussione: sin dall’inizio si è intuito che il distacco difficilmente si sarebbe potuto colmare, con un picco di 41 voti di scarto, all’1.27, che ne ha decretato la vittoria (restavano solo 40 schede).

«Da domani inizieremo a lavorare per il paese, in un’ottica di unione, come vuole il nostro simbolo. Il ponte unisce e noi intendiamo perseguire proprio questo scopo», ha proseguito il neo sindaco.

Poco prima dell’inizio dello scrutinio, un po’ di caos, con i tre candidati invitati all’interno del seggio per assistere allo spoglio. Mauro D’Alessandro ha chiesto di posizionarsi alle spalle del presidente di seggio per verificare la validità delle schede ma, dopo una telefonata in prefettura e la verifica che ciò non fosse possibile, i candidati sindaco sono stati invitati a lasciare il seggio.

Dunque, per il paese si riparte, dopo le dimissioni dell’ex sindaco Vincenzo Iovino nello scorso dicembre e l’arrivo del commissario prefettizio, Giovanni Damiani, a gennaio.

Nei prossimi giorni si lavorerà alla composizione della giunta comunale. Montaguto.com ha realizzato una videointervista a Marcello Zecchino che sarà on line nella giornata di domani.

Questo l’elenco delle preferenze.

LISTA “UN PONTE PER IL FUTURO”

Nico De Luca, 29

Orazio Anzivino, 27

Angela Katy Sciarappa, 24

Maria Schiavone, 21

Pietro Giuseppe Cifaldi, 17

Claudio Cifaldi, 12

Fedele D’Alessandro, 11

Carmine Frisoli, 9

Daniele Bruno, 9

Leonardo Bruno, 3

“IMPEGNO PER MONTAGUTO”

Bruna Bruno Eura, 31

Bruno Pignatiello, 21

Giovanna De Silva, 16

Leonardo Schiavone, 14

Piero Giordano, 12

Massimo Francavilla, 6

Monica de Mita, 6

Laura Labbruzzo, 6

Giovanni Biondi, 4

Donato Santoro, 1

Commenti

comments

Lascia un commento