Spostamenti tra regioni verso la Campania, nuova ordinanza di De Luca da oggi


Ordinanza notturna per Vincenzo De Luca che solo alle ore 23 rende note le linee guida per gestire in Regione Campania gli spostamenti tra regioni a partire dal 3 giugno nell’ambito della Fase 2 post lockdown da Covid-19. Il ‘range’ di validità dell’atto regionale è fino al 15 giugno. Ecco le principali regole riassunte per punti, relative a chi arriva dall’estero o da altre regioni italiane.

– è fatto obbligo, in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta, ove appartenenti al Servizio Sanitario regionale della Regione Campania.

A tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli-Afragola, Salerno, Benevento, Caserta, Aversa, Battipaglia, Capaccio-Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri, con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, è fatto obbligo di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 °C, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni o altri luoghi.

C’è poi il tema dell’accesso alle isole del Golfo di Napoli, Ischia, Capri e Procida, tutte e tre importanti siti turistici. Per coloro che arrivano da altre regioni italiane e dall’estero, nei casi consentiti, vigono alcune linee guida inserite nell’ordinanza firmata da De Luca:

obbligo per i viaggiatori che usufruiscono di servizi di linea di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli;
obbligo della prenotazione online almeno 24 ore prima della partenza, in modo da consentire la più celere organizzazione dei controlli sanitari;
obbligo di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli;
obbligo per tutti i viaggiatori di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, se superiore a 37,45 , al test rapido Covid-19;
divieto di imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea superiore a 37,5 °C;
divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido Covid-19, con disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo;

Per coloro che arrivano da altre regioni c’è obbligo imbarcarsi unicamente con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellamare di Stabia e Sorrento.

» CLICCA E LEGGI L’ORDINANZA 54

Commenti

comments

Lascia un commento