SS90, PERCHE’ LA REGIONE CAMPANIA CONTINUA ANCORA A LATITARE?


di Michele Pilla

Ss90, è uno schifo. Niente mezzi termini. Una vergogna. Un’indecenza. Una situazione tipica della nostra italietta (volutamente scritto in lettera minuscola). Due secchi di terra e si chiude un territorio. Si parla di crisi e poi si permette che le attività commerciali vadano a rotoli. Greci, Savignano e Montaguto non esistono, se non su ALCUNE cartine stradali. Mi chiedo: di chi è la colpa?

La Strada statale 90 "delle Puglie" è chiusa da ormai oltre dieci giorni. Di chi è la colpa? Comuni? Anas? Prefettura? Regione Campania?

Mi è stato detto: "La Regione Campania non si è ancora fatta viva. Le perizie spettano alla Protezione civile regionale e alla Difesa del suolo". Bene! Esultiamo! Ricordo perfettamente com’è andata con la frana di Montaguto. Sperpero di soldi e tempo. C’è da dormire su sette guanciali.

Dov’è la Regione Campania? Perché non si muove? Perché il Prefetto non compie azioni di forza? Lasciamolo morire, questo territorio! Ma sì, a chi interessa!
Due secchi di terra. Secondo Luigi Freda, il geologo incaricato dal Comune di Greci a effettuare una perizia, non ci sono pericoli. Si può aprire. Qualcuno ha sussurrato: forse credono che sia una perizia di parte. Premesso che non posso credere a una cosa simile, ma ammettiamo sia così. Allora mi domando: quanto ci vuole a nominare un geologo "non di parte" per effettuare un rilievo? Signori, non prendeteci in giro e datevi una mossa. Il territorio rischia di affossare definitivamente. Per la frana di Montaguto c’è stato bisogno dell’interruzione dei binari. Dobbiamo sperare che succeda di nuovo?

2013-12-14 17:50:29

1

Commenti

comments

Lascia un commento