STATO D’EMERGENZA FINO AL 30 APRILE 2012, DELL’ACQUA: ‘COMPLETEREMO I LAVORI’


La Protezione Civile comunica di aver prorogato lo stato d’emergenza per la frana di Montaguto fino al 30 aprile 2012. Il provvedimento è in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e sarà inserito nella prossima edizione. Ne abbiamo parlato con Nicola Dell’Acqua (nella foto), responsabile ufficio rischi idrogeologici della Protezione Civile, che ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Montaguto.com: "Abbiamo preso questa decisione perché dobbiamo completare con lo stesso rigore utilizzato fino ad ora le opere al piede della frana", ha dichiarato. (CONTINUA ALL’INTERNO CON IL DECRETO)

 LEGGI IL DPCM DEL 12 FEBBRAIO 2011

"Passare un cantiere aperto alla Regione o a chi di dovere è un’operazione complessa, perché passare in regime ordinario vuol dire togliere gli uomini della Protezione Civile e metterne altri. Dev’essere un passaggio graduale. Un’altra delle cose promesse è la sistemazione del fondo valle. I terreni sono stati tolti da un ente, il nostro Dipartimento, ed è meglio che questo stesso ente completi la bonifica agraria. Ancora non è stata iniziata perché vogliamo renderci conto di quando e come si fermerà la frana. La bonifica – ha proseguito il dottor Dell’Acqua – inizierà in estate. Non vogliamo, dunque, passare le consegne di un lavoro a metà. E poi, a livello di costi, si spendono meno soldi". La situazione attuale? "Il movimento è di un centimetro o due all’interno del corpo frana, e non è relativo neanche a tutto il piede. Soltanto in due o trecento metri quadrati. Sarà molto costante. Altra nota positiva è che non ci sono molti cambiamenti tra quando piove tanto e quando piove poco. Un’altra attività che sta dando ottimi risultati è quella dei pozzi a monte, che completeremo. Inoltre, se qualcuno lo volesse possiamo fornire acqua potabile".
Come promesso, dunque, il Dipartimento continua la sua opera di monitoraggio della "bestia di terra". Montaguto.com nei prossimi giorni vi fornirà alcune foto della situazione. A breve, inoltre, inseriremo un estratto della nuova Opcm (Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri), nello specifico la numero 3920, in cui vi sono alcuni provvedimenti relativi appunto all’emergenza frana.

Michele Pilla
Monica De Mita

2011-02-18 02:50:38

2

Commenti

comments

Lascia un commento