STRADA BISACCIA-CALAGGIO, LETTERA APERTA ALL’ASSESSORE CUSANO


di Lucia Cafazzo
Da mesi la comunità dell’alta Irpinia ha sollecitato un confronto diretto con l’assessore provinciale ai lavori pubblici.  A nulla sono valsi i tanti appelli con articoli, video e petizioni popolari anche solo per ottenere una banale striscia bianca, un intervento di pochissimo conto ma di vitale importanza per un paesino come Bisaccia in cui la nebbia fa da padrona durante i mesi invernali e non solo.
Sul tappeto vi è una situazione disastrosa che interessa la condizione delle strade di competenza dell’ente di Palazzo Caracciolo. I cittadini e gli amministrativi hanno più volte sollecitato un incontro al fine di poter risolvere o tamponare in qualche modo la situazione. Ma ogni tentativo è risultato vano. Cusano ha letteralmente ignorato ogni invito, come se Bisaccia, fosse terra di nessuno. Da qui con rabbia, delusione e profonda amarezza, questa lettera aperta di un cittadino bisaccese, Alessandro Sestili, con la speranza che almeno in piena campagna elettorale possa ancora sortire qualche effetto, si spera.
Anticipo che questa lettera sarà priva di convenevoli, tipo darle del lei e quant’altro. Sei stato più volte contattato per la questione strada Bisaccia-Calaggio che, come ben sai si trova in uno stato pietoso, direi da terzo mondo,praticamente un calvario anzi, meglio dire uno schifo, eppure è un’arteria importantissima, specie per i tanti lavoratori che la tastano tutte le sante mattine per andata e ritorno, arteria importantissima per l’ospedale, arteria importantissima per la comunicazione di chi ha esigenze di servirsi dei pullman di MAROZZI e altri.
Ora chiedo io a te: è giusto questo tuo disinteresse verso una problematica che non sembra esser di poco conto? E’ giusto secondo te che tantissime persone debbano mettere a rischio la propria incolumità? E’ giusto secondo te non rispondere agli svariati appelli fatti precedentemente direttamente alla tua persona di assessore? Non ti sei degnato nemmeno a un confronto aperto con chi lo aveva richiesto tempo fa, non ti sei degnato nemmeno di affrontare, almeno per tamponare la situazione, di occuparti della linea bianca che, in caso di nebbia, potrebbe essere di aiuto. Mi viene da credere che qualcuno abbia giudicato Bisaccia come l’ultimo paese dell’irpinia, ‘mbè allora state tranquilli tutti, Bisaccia è realmente intenzionata a denunciarne il caso alla magistratura.
Tempo fa l’ingegner DAVIDE TRIVELLI e LUCIA CAFAZZO hanno cercato di mettersi in contatto con te, ma senza riuscirci, perché mai?  Lo sai benissimo che è nel nostro pieno diritto avere risposte concrete, è nel nostro pieno diritto chiederti quello che stai leggendo, è tuo dovere rispondere. Ti anticipo che questa lettera aperta, farà il giro di molti siti importanti, verrà pubblicata su numerosi quotidiani, questo vuole essere solo un modo per divulgare la gravità della situazione TRATTA BISACCIA CALAGGIO.

2013-02-06 17:58:23

0

Commenti

comments

Lascia un commento