Tanti auguri a Gianni Vigoroso, che oggi compie 50 anni e 35 di carriera: buon compleanno alla voce libera del nostro territorio


La redazione di Montaguto.com desidera rivolgere tanti auguri a un amico, un collega, un uomo che oggi celebra non uno, ma due importantissimi compleanni: cinquant’anni di vita e trentacinque di carriera.

Tantissimi auguri di buon compleanno e felice anniversario professionale a Gianni Vigoroso, la voce del nostro territorio, un amico di Montaguto e di Montaguto.com

Era il 19 febbraio 1970 quando a Guildford, nella contea del Surrey (Inghilterra) veniva alla luce Giovanni Vigoroso figlio di Domenico e Maria Libera Iacobacci.  Dopo un anno di vita il piccolo Gianni ritorna in Italia con i genitori e la sorella maggiore Antonietta, si stabilisce nel paese di origine Ariano Irpino vivendo la sua infanzia nel centralissimo rione Santo Stefano, cuore della città, dov’è nascerà qualche anno più tardi il fratello Roberto e nella verde campagna della Ferrara a Savignano Irpino insieme ai nonni.

Da sempre manifesta un certo interesse per il giornalismo e l’occasione per affacciarsi nel mondo della carta stampata arriva grazie ad una coincidenza. A 15 anni Gianni milita nel settore giovanile dell’Us Ariano. Il mondo del calcio lo attira al punto che si impegna con il giornale di Napoli per trasmettere domenicalmente i tabellini delle gare su indicazione, quasi per caso da parte di Domenico.

Albanese. Nel frattempo in parrocchia scrive per il giornalino curato dai Ragazzi in Cammino sotto la spinta di Don Renato Pucci e insieme ad Antonio Pasquale, sul Ponte diretto da Don Gerardo Capaldo. Sono le sue prime esperienze in questo campo.

La fascinazione arriva però repentina per la radio. L’emittente locale Cine Radio Sud rappresenta una vera palestra per lui che per ben dieci anni sarà la voce della città. E in pochi anni la stessa radio ritorna al successo anche grazie alla puntualità dell’informazione curata da Gianni.

La sua propensione al giornalismo da strada attraverso il contatto diretto con la gente e con la notizia lo porta ben presto a stabilire rapporti con innumerevoli testate. Tra 1990 al 2000 in soli dieci anni Vigoroso colleziona circa 20 collaborazioni con radio, tv, quotidiani e periodici tra le quali spicca sicuramente l’opera come corrispondente da Ariano del quotidiano Irpinia Oggi del compianto Yuri Grasso, testata con la quale insieme al Giornale di Napoli ottiene il titolo di giornalista pubblicista esattamente il 30 maggio 1992. Il 27 marzo 1996 subisce un grave incidente stradale in provincia di Foggia che però non frena la sua passione.

Dopo una parentesi tra il 1997-1998 nel 2001 ritorna a collaborare in pianta stabile con il quotidiano Ottopagine dove ancora oggi cura la corrispondenza ad Ariano e non solo.  Nel frattempo diviene direttore di Radio Canale 4 a Casalbore. La militanza più lunga è con l’emittente arianese Canale 58 nella quale ha svolto la sua attività di cronista e capo redattore dal 1999 a gennaio 2016. Ed è proprio attraverso la Tv che Gianni diventa una sorta di simbolo dell’informazione locale di indipendente, un uomo tra la gente al quale vengono riconosciuti i giusti meriti per un giornalismo schietto e genuino.

E’ lui insieme alla collega Pia Cannavale con la supervisione di Emilio Chianca a curare il bollettino sportivo della città Forza Ariano e ad organizzare personalmente il raduno delle grandi glorie del calcio arianese l’8 agosto 2010 e due anni dopo, il 9 agosto 2012 al campetto polivalente di rione Cardito il Memorial Domenico Squarcio.

Ha preso parte a diverse giurie e press tour importanti in Puglia, è stato ospite de La Vita in Diretta condotta da Marco Liorni e menzionato più volte per i suoi servizi televisivi nei Tg nazionali Rai e Mediaset soprattutto in occasioni di emergenze e calamità in sinergia con il collega Fabrizio Filippone, suo amico di sempre.

Ha collezionato numerosi premi giornalistici promanati direttamente dal suo pubblico dal premio internazionale Sublimitas assegnato ogni anno a professionisti che si sono particolarmente distinti nei propri settori di competenza fino all’Oscar per il giornalista più simpatico assegnato da Irpinia 7 passando attraverso l’aggiudicazione del trofeo Men Press assegnato dal Corriere, nonché il premio Tabloid. E’ il presidente Ottavio Lucarelli insieme al vice Mimmo Falco a consegnargli nel 2010 il crest dell’ordine dei giornalisti della Campania per il suo giornalismo di strada sempre al fianco degli ultimi.

Le indubbie qualità di Vigoroso emergono in tutta la loro forza con l’esplosione della crisi dei rifiuti. Da Difesa Grande al Formicoso, da Contrada Ischia a Pustarza, Vigoroso è sempre in prima linea nella raccolta delle testimonianze e delle notizie. Non mancano momenti drammatici scaturiti proprio dall’abitudine del cronista di stare sul pezzo, senza creare alcuna crasi con la realtà, giorno e notte sul fronte rifiuti è riuscito a raccontare una vicenda dai risvolti drammatici senza soluzione di continuità tra la vecchia storia della discarica arianese e quella di Savignano.

Proprio per il suo impegno costante, il primo maggio 2009 gli viene conferita la cittadinanza onoraria di Savignano Irpino, dal sindaco Oreste Ciasullo e dall’amministrazione comunale, nel corso di una solenne cerimonia alla presenza delle varie autorità.

Anche il capo della polizia Antonio Manganelli fa pervenire un encomio, nel quale evidenzia l’ottimo lavoro svolto dal cronista e gli offre la propria solidarietà per i gravi fatti di Pustarza nei quali Vigoroso resta ferito. Un legame forte tra i due, visto che era stato proprio Vigoroso un anno prima a premiarlo, a Roma, al Viminale, come Irpino dell’anno, a nome di Canale 58.

Contestualmente arriva il riconoscimento dell’aeronautica militare con un premio per l’impegno la dedizione alla professione di giornalista. Il 3 ottobre 2009 riceve ancora un premio stavolta dal comune di Flumeri come amico della nostra terra e successivamente un encomio dal portale Montaguto.com diretto da Michele Pilla. Sempre ad ottobre 2009 la Croce Rossa Italiana gli conferisce un nuovo attestato.

In occasione della Frana di Montaguto è il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso a ringraziarlo, attraverso una lettera, per il prezioso lavoro svolto.

A giugno 2016 è inviato a Bruxelles al Comitato delle Regioni per documentare l’intervento dell’ex presidente della provincia di Avellino Domenico Gambacorta nel corso di un confronto di grande rilievo istituzionale in tema di rifiuti nell’Emiciclo del Parlamento Europeo.

Ad ottobre 2016 spicca la sua presenza con la Polizia di Stato, a New York nelle vesti di inviato di Canale 696 e Ottopagine al Columbus Day, la grande festa nata per celebrare Cristoforo Colombo, colui che per primo arrivò nelle Americhe il 12 ottobre 1492.

Il 30 novembre sempre del 2016 riceve l’attestato di Benemerenza in occasione dell’Anno Santo della Misericordia per aver dato prova di carità e generosità.

Il 16 settembre 2018 gli viene conferito il premio socio artistico letterario “L’ambasciatore del sorriso” a Napoli dall’associazione Vesuvius.  Il 24 giugno 2018 a Roma è tra i pochi giornalisti a documentare con un video speciale di Ottopagine News gli 80 anni di Edoardo Vianello, re dei tormentoni, nel corso di una festa concerto in piazza del Campidoglio.

Il 17 agosto 2019 consegna a Lioni in Irpinia, l’Oscar dei concerti di piazza alla cantante Giusy Ferreri di cui è fan sfegatato.

Il 10 settembre 2019 è tra i relatori nella sala stampa della Camera dei Deputati a Roma nel corso della presentazione di “Goodbye Irpinia”, il romanzo thriller di Mike J. Pilla alla presenza di Nissoli Fitzgerald, deputata italiana all’estero, ripartizione nord e centro America, e Gianni Lattanzio, Segretario generale istituto cooperazione paesi esteri.

Prende parte nel corso degli anni a diversi tour education in Puglia, tra cui  l’affascinante viaggio sulle tracce del culto di San Michele Arcangelo, Padre Pio e San Giovanni Rotondo, l’Incoronata, le bellezze di Bovino e la bella di Cerignola.

La carriera di Vigoroso è dunque in continua ascesa. Attualmente è la voce del territorio, nelle aree interne con l’emittente televisiva diretta da Pierluigi Melillo, Otto Channel Canale 696 e scrive per il quotidiano online Ottopagine News diretto da Federico Festa.

Da quel 19 febbraio 1970 a Guildford quando cominciò il viaggio di ritorno dei genitori verso l’Italia di strada ne ha fatta Vigoroso, nessuno avrebbe immaginato forse che quel ragazzo un po’ troppo vivace diventasse una delle voci più importanti della nostra provincia un romantico del giornalismo distante anni luce dai topi da scrivania e dai cronisti tecnologici.

Vigoroso è stato, è e sarà sempre cronista con il taccuino uomo della strada da cui non si separa neanche nei momenti di relax dedicando il suo poco tempo libero alla corsa su altra grande passione, insieme alla musica, al cibo e all’amore per gli animali.

50 anni di vita, 35 di carriera: doppi auguri, Gianni e naturalmente ad maiora…

Commenti

comments

Lascia un commento