Terrore a Cerignola, banditi assaltano un autobus. I carabinieri intensificano i controlli nella Valle del Cervaro


La notte scorsa un commando composto da quattro uomini ha assaltato un autobus bipiano della Marozzi (partito da Taranto e diretto a Roma) poco prima del casello autostradale di Cerignola, in provincia di Foggia. Il mezzo, con a bordo una sessantina di passeggeri, aveva ripreso la marcia dopo la sosta a Canosa di Puglia quando ha trovato la strada sbarrata da un Suv e un’Audi A6.

Secondo la denuncia presentata dall’autista al comando provinciale carabinieri di Taranto, due malfattori sono rimasti a fare da palo, mentre gli altri due sono saliti sul bus e hanno aggredito uno dei due conducenti, colpendolo con il calcio del fucile. L’altro è stato invece minacciato con l’arma e tenuto sotto tiro. I banditi hanno rapinato i passeggeri del piano terra, impossessandosi di telefoni cellulari e portafogli. A un tratto è giunto un tir che ha acceso gli abbaglianti per far spostare le auto e i malfattori – tutti con il volto coperto da calzamaglia – sono fuggiti a bordo delle due vetture. Denunce sono state presentate da singoli passeggeri ai carabinieri di Cerignola e da uno degli autisti ai carabinieri di Taranto.

Un episodio gravissimo e allucinante, l’ennesimo su questa insidiosissima arteria, da tempo crocevia di traffici illeciti.

Solo pochi giorni fa un pensionato arianese era sfuggito ad un’altra rapina sempre nel territorio pugliese. Stava tornando tranquillamente a casa da Foggia, giunto all’altezza di Bovino, lungo la statale 90 delle Puglie, un’auto di colore scuro ha cominciato insistentemente a lampeggiarlo, volevano che si fermasse. La vettura in un primo momento era ferma, quasi come se stesse aspettando qualcuno, poi si è messa in movimento e la banda ha inseguito l’uomo fino allo scalo di Savignano Irpino.

Lo spavento è cessato solo sul Ponte Gonnella, verso Camporeale, dove finalmente l’uomo, molto conosciuto in città, non ha più avvertito il fiato sul collo di quei balordi. Come scrive Gianni Vigoroso su Ottopagine, i carabinieri che nel triangolo Savignano, Greci e Montaguto non abbassano mai la guardia, hanno intensificato i controlli, ma finora non vi sarebbero nuove segnalazioni. La situazione al momento è dunque sotto controllo.

Commenti

comments

Lascia un commento