Tg in dialetti, ecco la ricchissima edizione giugno 2020


Finalmente online l’edizione giugno 2020 del Tg in Dialetti, il primo notiziario al mondo interregionale e internazionale al mondo ideato e realizzato dal giornalista irpino/partenopeo Michele Pilla, direttore di Montaguto.com e di Cervaro Tv.

Un’edizione ricchissima, disponibile sul sito www.tgindialetti.it, con dodici servizi che raccontano l’Italia in lungo e in largo e ci portano fino al Sudamerica, in Cile, dove esiste una bella comunità di calabresi.

In primo piano c’è Parma, dove i ragazzi della pagina Facebook “Io parlo parmigiano”, Rico Montanini e Danilo Barozzi, illustrano la meravigliosa iniziativa solidale delle mascherine in dialetto. La pagina è nata nel 2013 per supportare la diffusione del vernacolo parmigiano.

Da Nord a Sud, alla Valle del Cervaro – in Irpinia, territorio compreso tra Campania e Puglia – con il corrispondente Francesco Mascolo dalla redazione di “Cerase cerase ognuno a la casa” che racconta i comuni di Montaguto, Savignano e Greci.

 

La linea passa all’Associazione Bergamaschi nel mondo da Bruxelles, con Mauro Rota che racconta il bellissimo video “Alla mia terra bergamasca”, e poi a Luzzana con la famosa maschera Gioppino inviato speciale che invita a votare per la candidatura FAI.

La Pro Loco di Grottaglie, in provincia di Taranto, ci racconta il territorio attraverso tre ricette tradizionali del territorio con la presidente Francesca Frisa in prima linea.

Quindi si va in Calabria, con il professor Giuseppe Sommario, tra i massimi esperti di emigrazione calabrese nel mondo, che sarà in collegamento da Paludi, in provincia di Cosenza, e darà poi la linea all’Associazione calabrese in Cile, dove incontreremo Rosa Tridico che ci racconterà le vicende degli emigrati in Sudamerica.

La linea poi passa a Monteleone di Puglia, a Michele Morra. A Orsara di Puglia troviamo il sindaco Tommaso Lecce, che inaugura la nuovissima rubrica “Racconta il tuo paese” descrivendo minuziosamente il comune che amministra e “invitando” i turisti e gli orsaresi nel mondo a trascorrere qualche giorno a stretto contatto con la natura e il relax. Di nuovo in Puglia con la “Voce di Foggia” che compie dieci anni tra informazione, foto e video. Spazio anche alla poesia in dialetto “U spusalizije” di Raffaele Lepore. Da Celle di San Vito, paese a minoranza linguistica, una bella poesia in francoprovenzale e la descrizione della città tra storia e luoghi meravigliosi.

Buone notizie raccontate in una modalità insolita ma assolutamente comprensibile a tutti – mediante l’utilizzo dei sottotitoli. Un momento informativo, culturale e di intrattenimento, un innovativo modo di fare informazione che tende a raccontare i borghi d’Italia e tutte le iniziative positive e propositive poste in essere ma, soprattutto, un modo per unire e non dividere.

 

 

Commenti

comments

Lascia un commento