Frecciargento diretto tra Bari e Roma senza passare per Foggia: la richiesta del sindaco di Bari Decaro a Trenitalia

Un ‘Frecciargento’ diretto per raggiungere Roma da Bari (e viceversa) in 3 ore e 30 minuti: la richiesta è arrivata, questa mattina, dal sindaco Antonio Decaro all’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Renato Mazzoncini. Il collegamento sarà possibile anche ai lavori tra la stazione di Incoronata e Cervaro, nel Foggiano, che consentiranno ai treni di bypassare il capoluogo dauno. Ad oggi Trenitalia propone 3 corse andata e ritorno tra Bari e la Capitale, con 4 fermate lungo il tragitto e un tempo di percorrenza di oltre 4 ore.

Eliminando le soste intermedie, il servizio, secondo il Comune, potrebbe essere competitivo rispetto all’aereo: «Questo può rappresentare un  passo in avanti in attesa dell’alta capacità che collegherà Bari a Napoli in poco più di due ore, opera che Mazzoncini oggi ha annunciato per il 2026. Tutti i dati sulla nostra città – ha affermato Decaro – e la chiusura dei primi cantieri lungo la rete ferroviaria indicano che questo è il momento per programmare una politica di trasporti efficace oltre che efficiente. Tutte le maggiori città italiane oggi sono collegate tra loro con treni che hanno una frequenza ogni 30 minuti e tempi di percorrenza competitivi con il trasporto aereo. A Bari ogni giorno partono e arrivano centinaia di persone, per turismo e per lavoro, e i dati ci dicono che nel 2016 siamo la città pugliese al primo posto per numero di arrivi. A questo risultato hanno contribuito sicuramente una serie di politiche di sviluppo ed efficientamento dei sistemi di trasporto e di collegamento con il resto del Paese e dell’Europa».

«Gli aeroporti di Puglia in questo processo hanno sicuramente giocato un ruolo fondamentale e, sono certo che il nuovo management continuerà a farlo, ma per chi si sposta giornalmente da Bari le difficoltà di trovare un posto disponibile a costi accessibili sono sempre più numerose, con biglietti che arrivano a costare fino a 500 euro. Per questo – conclude il primo cittadino – ho chiesto a Mazzoncini di istituire una linea aggiuntiva tra Bari e Roma che non preveda fermate e riduca i tempi di percorrenza, senza costi aggiuntivi. In questo modo il trasporto ferroviario comincerà ad essere veramente competitivo, sfruttando anche il vantaggio di collegare due stazioni ubicate strategicamente nel centro cittadino e quindi molto più comode per gli utenti».

Commenti

comments

Lascia un Commento