Venticano, multe a raffica: lo sconforto dei cittadini e dei commercianti. Inviata petizione al sindaco


Vigili inarrestabili e cittadini esasperati. Sta diventando il tormentone dell’estate e il tormento dell’amministrazione comunale guidata dal dottore Luigi De Nisco quello delle multe a raffica comminate dagli zelanti vigili di Venticano agli automobilisti che sostano in paese.

«Non se ne può più – esclamano nella piazza del borgo del medio Calore commercianti e residenti -. Il paese sta regredendo e i vigili stanno contribuendo ad allontanare la gente. Qualcuno dovrà pagare prima o poi per i danni che stanno recando alle nostre attività».

È unanime lo sdegno e l’indignazione per l’inquietante escalation di contravvenzioni elevate anche a chi si trova vicino alla propria autovettura. Pertanto è stata avviata una petizione popolare per chiedere al sindaco la rimozione di alcuni segnali che vietano la sosta e la fermata nei luoghi più frequentati del paese a oggi isolati e abbandonati a causa dei caschi bianchi sempre più implacabili che hanno messo in fuga pure i cittadini residenti.

E c’è chi sta pensando di fare un esposto in Procura per abuso di potere.

Commenti

comments

Lascia un commento