VIDEO | Auguri, Montaguto.com! I vostri pensieri…


Tanti auguri, Montaguto.com! E siamo a otto! 11 settembre 2006-11 settembre 2014: sono passati 2922 giorni da quel lunedì di otto anni fa, quando il sito finì on line. E ogni anno diventa sempre più bello! Quest’oggi un pensiero speciale per tutti voi che siete lontani, per tutti voi che amate questo sito ma, prima ancora, questo paese. Ecco i meravigliosi messaggi di amore per il vostro paese: mi sono commosso a leggerli e, devo dirvi, mi avete fatto scoprire cose che non conoscevo. Vi lascio anche due brevi ma significativi video di uno dei simboli del paese. Il suo suono è musica! Un abbraccio e un grazie infinito a tutti voi! (La foto, splendida, che vedete è un montaggio dell’amica Marianna de Mita, che ringraziamo… di cuore!)

Angela de Michele – Un pezzo di cuore… il paese dei miei genitori… e che il mio povero papà amava tanto… fino all’ultimo il desiderio era di andare a Montaguto!! Che purtroppo non si è avverato…

Giulia Pruonto – Bella domanda… <3

Mimmo Varsavia – Montaguto è: tutti i colori e le tonalità della natura. Montaguto è il profumo del bosco, del pane fresco, del fumo dei camini. Montaguto è l’aria fresca e frizzante che ti entra nei polmoni. Montaguto è rallentare il tempo e lasciare i problemi della quotidianità. Montaguto è… ‘DA VIVERE’

Ivan Dondi – Un’oasi felice… che aspetto tutto l’anno…

Mario Pigna – Dimensione parallela!!!!!!!!

Sabrina Marrone – Le mie origini e tanto ancora. Ti rivedrò presto paese mio!

Sara Di Pasquale – Non c’è niente, ma mi dà TUTTO.

Annamaria Picheca – Infanzia <3

Erica Ciccettosa Leonardi – È la mia casa e la mia famiglia

Tania Lioce – È il paese delle prime emozioni in cui una semplice panchina o muretto ti porta alla memoria mille ricordi. È il luogo dove siamo cresciuti e anche grazie al quale siamo diventati i ragazzi d’oggi …

Elisa Ferrara – Per me come fosse il mio paese, siamo cresciuti da piccoli io e la mia famiglia. Mi sento più montagutese che napoletana.

Katia Bellantone – Il paese di nascita di mia mamma!

Lina Sprio – Mio marito è di Montaguto… il suo pensiero è sempre li… ne parla sempre con tanto amore… ci manca il suo paese… ciao e buona giornata a tutti i montagutesi!

Giovanni Poppa – La luce dei miei occhi, grazie ragazzi!

Giusy Mazzeo – Il paese in cui sono nata, il paese in cui ho trascorso le feste Santificate presso i miei nonni ritrovandomi con tutta la famiglia, il paese dei bei ricordi, il paese dei miei pochi parenti rimasti, il mio paese.

Pino Macchia – Le radici dell’albero della nostra vita con tutti i ricordi dell’infanzia, appuntamento estivo indelebile sul calendario per trascorrere giorni splendidi con parenti ed amici nel nostro paesello. Saluti a tutti i montagutesi da tutti noi

Benvenuto Cifaldi – Le mie vacanze da adolescente e le giornate nella bottega di Carmine ad imparare a crescere e a vivere. Vero Sindaco?

Francesco Quitadamo – Montaguto, per me, è profumo di bosco e miele. È una brezza fresca in una giornata di sole. È il ricordo di un piacevolissimo pranzo all’aperto con amici carissimi.

Colucci Silvana Felicetta – Delle persone eccezionali

Tommaso Ricciardi – Da trent’anni vacanze a Montaguto, giocando a tressette con zì Peppe e na birretta, e io che sono barese mi dichiaro Montagutese!!

Pizzulli Antonella – La memoria dei ricordi più belli dell’infanzia… le coccole della mia nonnetta! Montaguto è il profumo del pane appena sfornato… l’acqua fresca della fontana… il saluto gentile delle persone (anche se non ti conoscono) sedute fuori l’uscio di casa…

Lorenzo de Michele – Montaguto per me rappresentava la libertà di bambino di città che poteva sfogarsi sulla bici e si faceva portare in giro dentro un canestro. Montaguto è conoscersi tutti. Il desiderio di raccontarsi ciò che era accaduto da un estate all’altra. Per me è anche dolore di bambino che ha perso il giovane padre e forse per questo c’è un motivo in più per ritornare. I “cucinielli” che erano il pretesto sempre per stare insieme e non avere orari di rientro. Il campo sportivo raggiunto ogni giorno a piedi o in bici era il luogo dove si preparavano le sfide contro i paesi limitrofi. Montaguto è…

Alessandra Andreano – Il profumo del pane del forno di Minguccio quando arrivavamo da Roma, e la tristezza quando le ultime case sulla “via nov” sparivano dietro la curva… si torna a Roma!

Maria Teresa Bruno – Per me Montaguto è il ricordo della mia infanzia… dei giochi fatti con i cugini nel periodo delle ferie d agosto… di tanto tempo fa,quando tutto era bello…anche andare alla fontana a prendere l acqua… e il profumo del pane appena cotto ci faceva gioire… manco da tanto tempo,ma mi piace pensare che tutto sia rimasto come ricordo…

Sabrina Marrone – Montaguto è il paese piu bello del mondo dove fin da piccola con la mia famiglia trascorrevamo l’estate. Ricordo che appena mio padre finiva l’ultimo giorno lavorativo le valigie erano già pronte per partire dove ci aspettavano i miei cari nonni i parenti, gli amici… continuerò ad andarci poiche mio marito Biagio Labbruzzo è montagutese come lo siamo anche noi e a Natale ci vediamo presto, paese mio che stai stai su una collina, baci!a tutti.

Giusy Borrelli – Per me è vita… la mia infanzia, i miei amici, i miei amati nonni che mi riempivano le giornate, il mio cane di allora, la pizza nderr che compravo al forno e mangiavo per strada… i taralli, i biscotti da latte del forno… il primo bar aperto nell’80… la campagna di mio nonno, i profumi della terra e delle primizie… potrei continuare all’infinito… ma mi si son riempiti gli occhi di lascrime. Montaguto è tutto!!!!!

Del Core Domenico – N’addor d ijnest p la via nov… Lu rumor d lu piscer a la funtana nov… duij paccuniel e ch cozz… Mchel Buott cha mnav Lu bann… la campan cha son a vntnor e s sent pur a l’aquar… Z Marcucc lu frrar cha chu Lu martiell mettev li fierr a li mul…

Angela Perrone – Per me… i primi passi in via forno (dove c’è la casa dei miei nonni) i primi giorni d’asilo, la scuola è la mia maestra BEATRICE… suor natalina… i profumi di taralli appena scaldati e biscotti appena sfornati, il camminare scalzi, aspettare la sera per acchiappare le lucciole, e tanto ancora che elencare è impossibile… ma soprattutto l’umiltà la generosità, e l’amore per gli altri che la mia gente mi ha insegnato è che poi ti formano nella vita!

Mauro Russo – È la Terra che ha fornito i mattoni per la costruzione del DNA del mio corpo e della mia anima. La Terra della mia storia, della nostra storia: gli avi, i bisnonni appena immaginati, i nonni vissuti e mai dimenticati, i padri e le madri e, spero, i nostri figli futuri. Montaguto è… NOI, la nostra vita.

Maria Teresa Bruno – I ricordi di un infanzia felice, dove l’estate la passavo con nonni cugini e zii… il ricordo più bello l’acqua presa con i cugini alla fontana nuova e l’odore del pane nelle viuzze…

Giusy Marrone – Il mio paese è San Mauro perché ci ho vissuto tutta la mia vita con i miei genitori da piccola poi mi sono sposata e sono rimasta sempre qui a San Mauro è nata mia figlia sempre qui a Torino quindi Montaguto per me è il paese di infanzia quando andavamo in ferie con mamma e papà io mi divertivo un sacco ho un sacco d amici che mi stanno messaggiando e non lo sapevo, credo d ritornarci molto presto con Angela Rubino, se vorrà, e il mio attuale compagno Elio che ha tanta voglia di vederlo e io anche. Saluto tutti i miei amici montagutesi che mi amano e mi stimano. A prestoooooo

Angelo Ferrara – Montaguto è il Paradiso

Vlad Terzo Tepes – Un angolo incontaminato dalla caoticità delle città, dove la gente ancora si ferma casa per casa a porgere i saluti di rito, non appena si arriva in paese. È prendere 10 caffè al giorno perché tutti ti invitano ad entrare e mangiare come scofanati la pizza e i cornetti a mezzanotte. è fare le passeggiate all’aria aperta, vedere panorami bellissimi e non sapere che giorno sia, perché il tempo scorre in maniera un po’ bizzarra, oggi è lunedì, domani è già giovedì? Le more per la via di Orsara, il pallone in mezzo di strada, salutare gli anziani che ti chiedono “Wuagliò, a chi si figl? Ah, appartien a Anglandonij Burriell, agg capit… Mchel! (sono il più piccolo, Antonio, non Michele!)”. È tante cose apprezzabilissime, eppure ormai è morto… peccato.

Rosanna Schiavone – Montaguto è il film della mia vita che racconta di ricordi antichi, la” masseria” di mio nonno che aveva costruito da solo con le sue forti braccia, il rito dell’uccisione del maiale con il mio giovane papà, e io che mi nascondevo, tremante, per non vedere e non sentire, ma poi quel profumo di fritto faceva dimenticare tutto, dove ho fatto le prime amicizie vere, dove sono cresciuti i miei figli. “Montaguto,non può morire, perchè se morisse porterebbe via la nostra infanzia”

Anna Lecce – Montaguto è solare… le persone sono amichevoli… ti fanno sentire una cara amica di sempre. Montaguto è amore…

Maria Angela De Michele – Montagtuo era l’estate, l’aria Buona che mi faceva bene che l’inverno tenevo la bronchite, era la libertà di andartene da solo in giro, era il nonno Raffaele e il ruoto con l’agnello e le patate il giorno della festa, era soprattutto andare alla ricerca delle radici della famiglia di mio padre, spazzata via troppo presto da un destino cattivo…..

Giuseppe del Core – Montaguto è Montaguto

Michele Milan Borrelli – Io sono MONTAGUTESE NEL DNA! E purtroppo non ho più tempo neanche per andare in ferie. E voglio ricordarlo com’era quando ci vivevo io. Che spettacolo!

Marilena de Michele – Per me è un tenero ricordo della nonna paterna e della calda accoglienza di tutti quando la mia mamma mi portava da loro…

Sabrina Marrone – Montaguto è tutto! Tanti tanti ricordi che mai si potranno dimenticare…

Commenti

comments

Lascia un commento