VIDEO | Sant’Agata di Puglia, la situazione torna lentamente alla normalità dopo lo spaventoso incendio di giovedì pomeriggio


La situazione sta tornando lentamente alla normalità ma il danno è fatto e il disastro è tangibile. A Sant’Agata di Puglia, giovedì 29 giugno, si è sviluppato un pauroso incendio nella zona boschiva di Monte Croce. Le fiamme sono state alimentate da un forte vento e il denso fumo è arrivato ad invadere alcune strade del paese, costringendo molti abitanti a chiudere le finestre e rimanere barricati in casa per evitare conseguenze. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la Protezione civile e le forze dell’ordine, con l’ausilio di aerei Canadair per spegnere l’incendio.

Tanta paura espressa anche sui social network dove si sono susseguiti messaggi d’aiuto, foto e video. Impressionante l’ondata di fumo che ha mandato in fiamme persino un camion. Nella mattinata di ieri la situazione è migliorata, soprattutto in paese, facendo tirare un sospiro di sollievo ai residenti. Drammatica la condizione della montagna, divorata dalle fiamme in una zona spesso meta di turisti.

Tramite il passaparola, l’invito degli uomini del 115 di chiudere porte e finestre delle abitazioni, è arrivato ovunque.

Ieri alle ore 16, il portale Santagatesi nel mondo, diretto dall’amica Samantha Berardino, annunciava: “Finalmente il mostro è stato domato, mi sento in dovere di ringraziare i ragazzi volontari della protezione civile Associazione Vita ” S.Mele ” i piloti del canadair e dell’elicottero che hanno rischiato la vita specialmente ieri con fiamme enormi, i numerosi santagatesi che hanno difeso dal fuoco le loro case minacciate, i Vigili del Fuoco, il nostro corpo di guardia e speriamo che queste cose non accadano MAI PIU'”.

Addirittura, nella notte di giovedì l’incendio era spaventosamente visibile anche da Bisaccia, come vedete nell’incredibile foto qui in basso scattata da Giuseppe Inglese (tratta dal quotidiano online Ottopagine.it)

Foto di Giuseppe Inglese (da Ottopagine.it)

 

 

» VIDEO TRATTI DAL PORTALE “SANTAGATESI NEL MONDO

 

Commenti

comments

Lascia un commento